“ITER VITIS LES CHEMINS DE LA VIGNE EN EUROPE” E “ROTTA DEI FENICI” INSIEME PER IL TURISMO SOSTENIBILE

“ITER VITIS LES CHEMINS DE LA VIGNE EN EUROPE” E “ROTTA DEI FENICI” INSIEME PER IL TURISMO SOSTENIBILE

BARI\ aise\ - Siglato un accordo transfrontaliero tra i partner di “Cultural Routes for Sustainable Social and economic Development in Mediterranean” (CROSSDEV) e due Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa, Iter Vitis Les Chemins de la Vigne en Europe e Rotta dei Fenici, che hanno forti legami con le aree di intervento del progetto finanziato dal Programma di cooperazione mediterranea ENI CBC MED.
La civiltà Fenicia e l’evoluzione della viticoltura in Europa rappresentano sicuramente un ponte culturale tra la sponda sud del Mediterraneo e la Sicilia, già individuato in fase di stesura di progetto e riaffermato con questo accordo, finalizzato a una promozione reciproca delle destinazioni turistiche meno conosciute interessate da CROSSDEV anche attraverso il canale privilegiato degli Itinerari Certificati dal Consiglio d’Europa, che hanno una visibilità a livello mondiale.
L’accordo vuole inoltre garantire che, sotto la guida del Comitato Internazionale per lo sviluppo dei popoli - CISP (capofila con sede in Italia, Regione Lazio), la partnership tra Jabal Moussa (Libano), Masar Ibrahim Al-Kalil (Palestina), The Royal Marine Conservation Society of Jordan e Jordan University of Science and Technology (Giordania) unitamente a Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo e CoopCulture per l’Italia, possa avere una sua sostenibilità anche oltre la fine del progetto. È per questo che, aldilà delle attività promozionali, l’accordo prevede un ampio impegno nella organizzazione di iniziative comuni, nella condivisione di best practice e attività finalizzate allo sviluppo della microeconomia locale legata al turismo e all’ospitalità.
“Seppur solo al primo anno, e con tutte le problematiche legate all’emergenza sanitaria globale – afferma Deborah Rezzoagli, Coordinatore Generale del progetto – il partenariato di CROSSDEV ha già dimostrato di sostenere fortemente il valore di un lavoro congiunto. La firma di questo accordo, primo dei due accordi transfrontalieri che sono tra gli obiettivi del progetto, formalizza e rafforza il rapporto con i due Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa ed è un primo passo per agevolare la commercializzazione delle destinazioni coinvolte nell’ambito di un turismo solidale e sostenibile”.
Un gruppo di lavoro che avvii una ricerca scientifica sull’identità condivisa è stato selezionato a margine dell’accordo transfrontaliero; composto da un membro per paese, con il supporto di esperti scientifici, il gruppo lavorerà sugli aspetti culturali, materiali ed immateriali in comune tra i territori che possano divenire degli attrattori turistici in fase di costruzione di itinerari e pacchetti turistici CROSSDEV.
La campagna di promozione #CROSSingPaths, prima attività calendarizzata dopo la firma dell’accordo, inizia il 9 luglio con un programma condiviso e mirato, settimana dopo settimana, a focalizzare una tematica diversa: flora e fauna, paesaggio, patrimonio immateriale, patrimonio storico e archeologico, legami con gli Itinerari Culturali coinvolti. Questi i topic che porteranno i visitatori virtuali alla scoperta di affinità e differenze delle CROSSDEV destinations. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi