L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER L’IRAQ: CONCLUSA LA PRIMA FASE DEL CONTEST DI PHI-UNET (ESA)

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER L’IRAQ: CONCLUSA LA PRIMA FASE DEL CONTEST DI PHI-UNET (ESA)

ROMA\ aise\ - Si è appena conclusa la prima fase della UNOSAT Challenge, l’importante contest di Phi-Unet (ESA) per UNOSAT (Nazioni Unite) in partnership con ESA, RUS COPERNICUS, UNOSAT e con il supporto tecnico di CERN openlab. Lo scopo del contest è di mettere intelligenza artificiale e dati di osservazione della Terra al servizio di causa umanitaria: supportare il governo iracheno nella pianificazione di attività di sviluppo e ricostruzione. Alla competizione hanno aderito 71 team di candidati tra aziende/startup e studenti.
Nella prima fase era richiesto ai candidati di creare un modello di intelligenza artificiale per individuare le aree urbane in alcuni territori Iracheni, lavorando su dati forniti da ESA e dall’Agenzia Spaziale Tedesca (DLR).
Al termine di tale fase, sono stati selezionati i 5 team candidati che proseguiranno nella competizione attraverso un innovativo sistema di intelligenza artificiale per una valutazione automatica (criterio quantitativo) dei progetti unito al parere tecnico di una giuria di 21 esperti provenienti dai prestigiosi enti partner dell’iniziativa (criterio qualitativo). Oltre ai 5 vincitori è stata data la possibilità di una traineeship in UNOSAT a Ginevra allo studente risultato migliore della prima fase.
I cinque team vincitori della prima fase avranno la possibilità non solo di vincere un premio monetario ma anche di lavorare su materiale VHR (Very High Resolution) fornito direttamente da UNOSAT con il supporto tecnico di CERN openlab per costruire un modello di intelligenza artificiale che possa estrarre in automatico le impronte degli edifici in Iraq.
Tale richiesta arriva proprio da un fondo delle Nazioni Unite che supporta il Governo Iracheno nel censimento 2020, preziosa fonte di informazione per la pianificazione di attività di ricostruzione e sviluppo nel territorio.
Phi-Unet è un progetto internazionale di ESA gestito da quattro realtà Partner (Terranis FR, WeBizz, Cymoon e Gmatics) per promuovere lo sviluppo di soluzioni di intelligenza artificiale per un utilizzo più efficace dei dati di osservazione della terra (EO) in molti ambiti della vita ordinaria (dalla sicurezza all’energia, dall’agricoltura al recupero del patrimonio archeologico, dalle smart cities a finalità umanitarie…). “Phi-Unet supporta aziende e organizzazioni internazionali ad ottimizzare le proprie attività attraverso soluzioni di AI4EO (Intelligenza Artificiale per Earth Observation) e a reperire risorse qualificate per la realizzazione di tali soluzioni (personale fisso e/o a progetto, soluzioni di outstaffing). Per fare ciò Phi-Unet può contare tra l’altro su una fitta rete di partner (tra università tecnico scientifiche e prestigiosi enti internazionali) e su una piattaforma di job matching (il Digital Campus) dedicata esclusivamente a profili EO”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi