MARITTIMOMOB: AVVIATO IL CORSO ITALO-FRANCESE SU ACCOGLIENZA NAUTICA E TURISMO SOSTENIBILE

MarittimoMob: avviato il corso italo-francese su accoglienza nautica e turismo sostenibile

ROMA\ aise\ - Ha avuto inizio oggi, 11 gennaio, il “Corso di perfezionamento in Specialista dell’accoglienza sicura nella nautica e nel turismo sostenibile-Cours de perfectionnement en Specialiste de l’accueil sûre dans le nautisme et le tourisme durable”, inserito nel progetto Accélérateur Transfrontalier de Mobilités – MarittimoMob, finanziato a valere sui fondi Interreg - Programma di cooperazione Italia-Francia Marittimo 2014-2020.
Il progetto MarittimoMob coinvolge 3 regioni e 3 partner, coordinati dalla Camera di Commercio e dell’industria di Ajaccio e della Corsica del Sud, in qualità di Capofila. Sono partner del progetto: l’Università degli Studi di Genova – DICCA e Promocamera, l’Azienda Speciale Camera di Commercio di Sassari.
Promotore del Corso è il Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica e Ambientale – DICCA.
Il Corso, di cui il Direttore è la Prof.ssa Francesca Pirlone (Responsabile del progetto per UNIGE –DICCA) è realizzato in collaborazione con il Settore apprendimento permanente, e Settore sviluppo linguistico.
L’iniziativa vede il supporto del Centro del Mare dell’Università di Genova e nella prima giornata è stata prevista una specifica sessione dal tiolo: “Il Contributo del Centro del Mare dell’Università di Genova. La multidisciplinarietà a servizio dell’economia del mare”, durante la quale saranno descritte buone pratiche sulla nautica e turismo esistente”.
Il Corso ha avuto inizio oggi con una Winter School che durerà una settimana, fino al 18 gennaio, e che sarà svolta online visto il protrarsi dell’emergenza sanitaria. La parola “accoglienza sicura” all’interno dello stesso tiolo del Corso, intende infatti porre attenzione e ragionare su possibili soluzioni in tempo di Covid.
La Winter school è volta a fornire competenze di tipo interculturale e soft skills volte a creare una nuova figura professionale transfrontaliera nel settore congiunto della nautica e turismo in una ottica sostenibile.
Per essere competitivi nel mondo del lavoro è necessario avere adeguate competenze. La competenza interculturale è la capacità di comunicare in modo efficace con persone di altre culture. L’obiettivo di questo tipo di apprendimento consiste nel rafforzare la conoscenza reciproca e la coscienza collettiva di se stessi. Le competenze “soft” sono capacità e qualità personali che assumono forme diverse nei vari contesti e che continuano a svilupparsi durante tutto l’arco della vita. Prevalentemente si tratta di competenze relazionali e comportamentali come, ad esempio, l’autonomia, l’autostima, la fiducia, la resistenza allo stress, la capacità di comunicare efficacemente e di negoziare, la flessibilità.
Docenti di diverse competenze dell’Università di Genova ed esperti del settore svolgeranno lezioni e workshop, in un percorso di formazione congiunto transfrontaliero per rafforzare il mercato del lavoro nei settori della nautica e del turismo sostenibile. Ciò in coerenza con le esigenze delle imprese e per stimolare/valorizzare la vocazione professionale dei giovani under 35.
I partecipanti ammessi al Corso sono 20 studenti transfrontalieri selezionati da un Comitato di Gestione Transfrontaliero sulla valutazione dei titoli presentati.
Più di cento sono state le domande pervenute e i partecipanti provengono dai tre territori di progetto: Liguria, Corsica e Sardegna. (aise) 

Newsletter
Archivi