Missione in Libano: i Caschi Blu di Unifil per i giovani di Tiro

TIRO\ aise\ - Celebrare la fine dell’anno scolastico attraverso il gioco e l’attività motoria sulla spiaggia di Tiro, per 130 bambini di età compresa tra i sei e tredici anni. L’attività è stata organizzata dai Caschi Blu di ITALBATT, battaglione di manovra italiano del Settore Ovest di UNIFIL, a guida Reggimento Lagunari “Serenissima” al comando del colonello Claudio Guaschino in stretta collaborazione con padre Tony Choucry, superiore della Comunità Francescana di Tiro e vicario episcopale per il Libano del Sud della Chiesa Cattolica del rito latino.
La giornata ha coinvolto bambini di diverse confessioni religiose che, sotto la guida e il controllo dei militari del Contingente Italiano, si sono cimentati in una serie di giochi di ruolo sia sulla spiaggia che in acqua, “per mare e per terra” come sono soliti fare i Lagunari.
Padre Tony nel ringraziare i Caschi Blu ha sottolineato che ”al termine dell’anno scolastico condizionato dalla pandemia la vostra innovativa iniziativa, realizzata in favore di questi ragazzi, era quello che ci voleva per portare serenità e gioia”.
A seguito dell’attività motoria, nei locali del Convento Francescano intitolato a Sant’Antonio, alla presenza del Tenente Colonnello Sensidoni in rappresentanza del Settore Ovest di UNIFIL e di Don Marco Manin, Cappellano Militare del Contingente italiano in Libano, è avvenuta inoltre una donazione di materiale di cancelleria a favore dei bambini della comunità Francescana, materiale donato dall’Associazione Internazionale “Regina Elena”, tra le numerose realtà di volontariato che hanno risposto all’appello di aiutare la popolazione libanese in un momento di grave crisi sociale ed economica.
La missione italiana in Libano è attualmente a guida Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, al suo sesto mandato nella “Terra dei Cedri” con i colori delle Nazioni Unite, ed ha la responsabilità del Settore Ovest di UNIFIL in cui operano 3800 Caschi Blu di 16 dei 46 paesi contributori alla missione ONU e di cui fanno parte circa 1.000 militari italiani. (aise)