Reati ambientali: l’Italia al fianco del Montenegro

PODGORICA\ aise\ - La Direzione della polizia del Montenegro e il Dipartimento della Pubblica sicurezza italiano (Ministero dell'Interno), con il contributo dell'Arma dei Carabinieri, hanno organizzato la scorsa settimana a Podgorica un seminario di tre giorni sui reati ambientali.
Finanziato dai fondi Taiex dell'Unione europea, il seminario di tre giorni ha affrontato il tema della protezione dell'ambiente, della biodiversità e del contrasto al crimine organizzato legato ai reati ambientali e al traffico internazionale di rifiuti.
Il Comando Carabinieri “Unità Forestali, Ambientali, Agroalimentari” è, infatti, un'unità altamente specializzata, che da anni svolge complesse attività, anche a livello internazionale, a tutela del patrimonio paesaggistico e per la lotta alle eco-mafie.
Il supporto italiano alla polizia del Montenegro nello specifico settore continuerà con l'organizzazione di visite studio presso i Comandi dell'Arma dei Carabinieri in Italia e con l'organizzazione di corsi di formazione per agenti della polizia montenegrina.
Obiettivo è quello di creare anche in Montenegro una forte capacità della polizia a protezione dell’ambiente e combattere le reti criminali che lo minaccino. (aise)