Sostenibilità e crescita delle imprese nella cooperazione: al via Codeway 2022

ROMA\ aise\ - Un percorso virtuoso verso sostenibilità e crescita, per tracciare la nuova roadmap per le imprese nella cooperazione allo sviluppo. Questi gli obiettivi principali di CoDeWay, Cooperation Development Expo. Una tre giorni, che partiranno domani, 18 maggio, alla Fiera di Roma, focalizzata a fornire strumenti di sostegno e stimolo al ruolo delle imprese (pubbliche e del settore privato) nei confronti degli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile e delle Istituzioni Internazionali che operano a loro custodia.
Codeway 2022, al quale prenderà parte anche la Regione Lazio, prosegue quindi il percorso virtuoso iniziato nel 2019, votato all’innovazione, per promuovere il sostegno alle azioni di business responsabile ed alle prospettive di crescita e occupazione delle giovani generazioni.
I macro-temi che verranno affrontati durante la tre giorni saranno: salute /sanità, agricoltura/sviluppo, infrastrutture, transizione ecologica, formazione e futuro.
“La Regione Lazio vi partecipa con la consapevolezza di aver fortemente investito, nel corso di questi anni, sul principio di cooperazione, sulla sostenibilità, sullo sviluppo compatibile. Un investimento politico e direi morale fatto di progetti, di interventi, di risorse destinate, ad esempio, a borse di studio a favore di studenti afghani per portare avanti nelle università romane e laziali il loro percorso formativo; oppure al sostegno sanitario in Afghanistan con l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, il Ministero degli Affari Esteri e altre istituzioni virtuose come la Regione Emilia-Romagna e la Regione Puglia. Sono soltanto alcuni degli interventi messi in pratica, quelli tra i più recenti, dettati dall’emergenza della situazione internazionale. Interventi nei quali il ruolo e la funzione del soggetto pubblico interagisce con il privato e con l’impresa, nella fattispecie. Un’impresa la cui finalità, dentro una dialettica cooperativa, richiama sempre più la sua dimensione sociale e non esclusivamente produttiva e di consumo, come indicato esplicitamente nella nostra Carta Costituzionale. Il metodo cooperativo rende dunque possibile, praticabile, la convivenza globale. Le istituzioni pubbliche possono diventare il motore di questo processo virtuoso e democratico. La Regione Lazio, lungo questo cammino, farà fino in fondo la sua parte.” (Paolo Orneli, Assessore Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start – Up e Innovazione, che interverrà all’apertura dei lavori, mercoledì 18 maggio alle ore 10:30).
Nell’ambito dell’iniziativa, a cura della Regione Lazio, verranno organizzati diverse iniziative in programma giovedì 19 maggio: alle ore 11.30 - Dibattito: “Afghanistan: una crisi da non dimenticare”; alle ore 14:15 Proiezione del film finanziato dalla Regione Lazio: “Enaiat, l'incredibile storia” della regista Patrizia Schiavo. Il programma completo è disponibile a questo link. (aise)