CONNESSIONI INVENTIVE: LE LECTURE DIGITALI DI MAN E ICA

CONNESSIONI INVENTIVE: LE LECTURE DIGITALI DI MAN E ICA

NUORO\ aise\ - Dare impulso a un percorso di promozione di conoscenza umanistica in termini interdisciplinari secondo modalità e linguaggi a tutti accessibili. Questo l’obiettivo di “Connessioni Inventive”, progetto inedito di conversazioni digitali di formazione e approfondimento, realizzato in collaborazione tra due istituzioni italiane di arte e cultura contemporanee: il MAN - Museo d'Arte della Provincia di Nuoro e l'ICA - Istituto per le arti contemporanee di Milano.
In un momento di distanza sociale e scarsità di rapporti interpersonali determinato da un rivolgimento globale destinato a segnare mutamenti importanti nel vivere civile, MAN e ICA intendono offrire un contributo di interpretazione e di analisi, affidato a voci italiane e autorevoli nei loro ambiti di operatività.
“Connessioni Inventive” prevede un piano di specifiche committenze a ricercatori provenienti da campi diversi e tra loro interrelati: l’ambito dell’indagine proposta, ampio e versatile, proporrà contenuti in ambito filosofico, sociale, artistico ed economico. Seguendo l'ispirazione della tradizione latina del sapere aude, ripresa nel XVIII secolo come un asse fondativo della cultura moderna europea, Man e Ica avviano con “Connessioni Inventive” un percorso di produzione culturale finalizzato a ispirare un'idea di conoscenza come scelta di consapevolezza e di sviluppo di sè.
Ogni incontro sarà fruibile in diretta streaming sulla pagina Facebook del MAN (MAN_Museo d'Arte Provincia di Nuoro @museoman) e dall’account Instagram di ICA (@ica_milano) e saranno successivamente disponibili su un canale Youtube dedicato al fine di costituire un archivio accessibile in ogni momento.
I primi appuntamenti in calendario sono questo giovedì, 9 aprile, alle 11:00, con Alessandro Salice (docente di filosofia presso la University College Cork, Irlanda) sul tema “Insieme a te, senza di te: dinamiche della solitudine”; giovedì 16 aprile, sempre alle 11:00, con Giovanni Leghissa (docente presso il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’educazione dell’Università di Torino) su “Il vincolo della libertà”.
Giovedi 23 aprile, sarà la volta di Luca Scarlini (scrittore, drammaturgo, narratore e performance artist) che proporrà un intervento su “Il falso sembiante: per un'estetica della contraffazione” mentre giovedì 30, toccherà a Riccardo Venturi (storico e critico d’arte contemporanea) parlare di “Mostrare l’invisibile. L’arte visiva dopo Fukushima”. (aise) 

Newsletter
Archivi