Il Museo del ‘900 porta il cinema bengalese in Veneto

VENEZIA\ aise\ - Da sabato prossimo, 24 luglio, il M9 - Museo del ‘900 porterà il cinema bengalese sul grande schermo dell'Auditorium "Cesare De Michelis" per la prima edizione di “Ritratti di comunità”, rassegna cinematografica interculturale dedicata al paese di origine della comunità più numerosa di nuovi veneziani.
La rassegna, parte del programma M9 Summer in the City 2021, è curata dal regista Kazi Tipu e realizzata in collaborazione con l’Associazione Venice Bangla School, Ektara International e Mad Suitcase, con il patrocinio della Fondazione Veneto Film Commission, nell’ambito del calendario Le città in festa del Comune di Venezia.
Cinque gli appuntamenti in cartellone con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti e prenotazione obbligatoria (ufficiogruppi@m9museum.it o t. 3347093012).
Programma
Si parte il 24 luglio, ore 19.00, con “Tomorrow, Mohammad Shihab Uddin”, per proseguire il sabato seguente, 31 luglio, con “The Soul”, di Sahil Rony, poi ancora sabato 7 agosto, con “Bhalo Theko Ful”, di Farhad Shahi; sabato 21 agosto sarà la volta di “Mala Vabi”, di Mejanur Rahman Labu, mentre sabato 28 agosto, a chiudere la rassegna ci penserà “Sexy Shopping”, di Antonio Benedetto e Adam Selo.
“Portare le diverse comunità a vivere il Museo come un luogo che appartiene anche a loro, come una casa da abitare insieme, in cui incontrarsi e confrontarsi: questo il senso di “Ritratti di comunità - ha spiegato Luca Molinari, Direttore scientifico M9 – Museo del ’900 -. Con questa prima edizione della rassegna, costruita assieme ad alcuni rappresentanti della comunità bengalese di Venezia, abbiamo scoperto un mondo affascinante, ma anche riflettuto sulle complessità con cui si confrontano i giovani di seconda generazione, le loro attese e le loro incertezze per il futuro”. (aise)