La Dante e Palazzo Grassi per l’arte contemporanea

ROMA\ aise\ - Il Segretario generale della Società Dante Alighieri Alessandro Masi e il Direttore e amministratore delegato di Palazzo Grassi S.p.a. Bruno Racine hanno siglato questa mattina a Palazzo Firenze una convenzione.
L’obiettivo è organizzare e realizzare congiuntamente seminari, convegni, tavole rotonde, mostre, eventi e cicli di incontri su argomenti di comune interesse tra le due parti, con l’impegno è a condividere e mettere a disposizione le proprie competenze progettuali in materia di eventi e le proprie relazioni istituzionali e culturali, nonché i rispettivi sistemi organizzativi.
Palazzo Grassi e Punta della Dogana sono i due musei della Pinault Collection a Venezia restaurati dall’architetto giapponese Tadao Ando che alternano mostre collettive e monografiche con la vocazione di condividere con il pubblico la conoscenza e l'amore per l'arte contemporanea.
Palazzo Firenze, sede centrale della Società Dante Alighieri nel cuore della Roma rinascimentale e barocca, vanta un antico e glorioso passato legato anche alla figura del Pontefice Giulio III del Monte e alla famiglia Medici di Firenze. La dimora accoglie i contributi creativi di artisti eccellenti, tra i quali forse anche Michelangelo Merisi da Caravaggio, e ospita costantemente eventi ed esposizioni in tema di lingua, cultura e arte italiana. (aise)