Sampietrini: a Palazzo Firenze le poesie di Luca Giordano

ROMA\ aise\ - “In Luca Giordano c’è una corrispondenza tra città e interiorità. La dimensione urbana […] di una metropoli come Roma è interiorizzata e poi rilanciata da un punto di fuga che dà prospettiva alle dimensioni più amate dall’autore: quelle periferie che si possono trovare anche nel centro, sotto casa, la cui apparenza anonima cela una storia, una vita, spesso un naufragio”. Così scrive Michele Brancale, nella sua postfazione a “Sampietrini”, raccolta di poesie di Luca Giordano che sarà presentata a Palazzo Firenze, sede della Società Dante Alighieri a Roma, domani, lunedì 28 febbraio, alle ore 18.
Con l’autore, ci saranno il Presidente della Società Dante Alighieri Andrea Riccardi e il linguista Luca Serianni, tra l’altro Vicepresidente della Dante, e interverranno la giornalista Francesca Romana De Angelis, il giornalista Michele Brancale e Matteo Bruni, direttore della Sala Stampa Vaticana.
Nato a Roma nel 1969, Luca Giordano ha pubblicato alcune raccolte di poesie, tra cui L'intruso (2011), Passa dal corpo il cielo (2012), un libro di racconti dal titolo Il tuffo (2014) e la silloge Nessuno escluso (2018).
L'incontro verrà trasmesso in diretta streaming su www.dante.global. (aise)