LA SETTIMANA DEI COMITES

LA SETTIMANA DEI COMITES

ROMA – focus/ aise - “Il regio decreto legge n. 11/2020, del 31 marzo, che adotta urgenti misure complementari in campo sociale ed economico per far fronte a COVID-19, regola il sussidio eccezionale di disoccupazione dovuto alla fine di un contratto temporaneo”. È quanto rende noto il Comites di Madrid ai connazionali residenti in Spagna. “I lavoratori che hanno avuto un contratto a tempo determinato di almeno due mesi di durata possono beneficiare di questo sussidio, anche quando il contratto è scaduto prima del 02/04/2020, data di entrata in vigore del regio decreto legge 11/2020, a condizione che sia avvenuta dopo il 14/03/2020, data di entrata in vigore del regio decreto 463/2020, del 14 marzo”.
Il lavoratore deve soddisfare una serie di requisiti, spiega il Comites. “Essere registrati come persone in cerca di lavoro nei servizi pubblici per l’impiego e firmare l’impegno dell’attività. Durante la validità dello stato di allarme, la registrazione come persona in cerca di lavoro sarà effettuata d’ufficio dal servizio pubblico di collocamento competente, su richiesta della SEPE”. Inoltre “non avere i contributi necessari per accedere a un’altra indennità di disoccupazione o sussidio. Avere cessato involontariamente, a decorrere dal 15 marzo 2020, un contratto per un terzo per una durata specifica durante la quale vi era l’obbligo di contribuire per la disoccupazione e la cui validità è stata pari o superiore a due mesi. Mancanza di entrate, di qualsiasi natura, superiore al 75% del salario minimo interprofessionale, esclusa la parte proporzionale di due pagamenti straordinari (Importi per quest’anno). Non essere beneficiario di alcun reddito minimo, reddito di inclusione, stipendio sociale o aiuti simili concessi da qualsiasi Pubblica Amministrazione. Non lavorare a tempo pieno o come autonomo alla data di risoluzione del contratto o alla data di nascita della sovvenzione eccezionale”.
Il Comites riporta poi le modalità per richiedere il sussidio. “Il lavoratore compilerà il modulo di pre-domanda per i singoli benefici disponibili presso l’ufficio elettronico SEPE, che avrà effetti applicativi provvisori e lo invierà all’ente di gestione attraverso lo stesso ufficio. Allo stesso modo, il modulo può essere presentato con le modalità stabilite dall’articolo 16 della legge 39/2015, del 1° ottobre, della procedura amministrativa comune delle pubbliche amministrazioni. Ad esempio qualsiasi Oficinas de Correos. Il periodo di deposito inizierà il 5 maggio e terminerà il giorno in cui un mese è dovuto dalla data in cui termina la validità della dichiarazione di stato di allarme, entrambi inclusi. Se viene presentato al di fuori del periodo indicato, verrà considerato non presentato”.
Quanto alla durata e all'importo, “il diritto al sussidio straordinario nascerà dal giorno successivo a quello in cui è scaduto il contratto di lavoro a tempo determinato. Nel caso in cui il periodo corrispondente alle ferie retribuite annuali non sia stato goduto prima della cessazione del rapporto di lavoro, la nascita del diritto avrà luogo dopo la scadenza di tale periodo. La durata sarà di un mese, espandibile se così determinato dal regio decreto legge e non potrà essere ricevuto in più di un’occasione”.
“La sovvenzione eccezionale”, chiarisce il Comites, “consisterà in un aiuto mensile dell’80% dell’indicatore del reddito pubblico a effetti multipli (IPREM) in vigore e il suo pagamento sarà effettuato dal Servizio per l’impiego dello Stato pubblico a partire dal mese successivo alla domanda. I contributi accreditati dal lavoratore corrispondenti al lavoro a tempo determinato estinto e il primo, se del caso, saranno considerati utilizzati per il riconoscimento della sovvenzione eccezionale e, pertanto, non possono essere presi in considerazione, se del caso, per il riconoscimento di un beneficio futuro”.
Il Comites di Madrid segnala ai connazionali “una bella iniziativa” di muchomasqueidiomas.com, “che in queste settimane di quarantena ha mantenuto le sue attività educative a distanza per gli alunni ma ha anche potenziato le attività culturali gratuite con il cineforum e altre iniziative come la diretta su Facebook dello scorso 25 aprile, collaborando con la associazione “A Madrid si muove un’altra Italia” per festeggiare la Festa della Liberazione che si è conclusa sabato 2 maggio con la narrazione teatralizzata con una performance di Veronica Pensosi (entrambi disponibili attraverso le pagine facebook di “En Madrid otra Italia” e di “Te cuento una vida”, rispettivamente”.
Tra gli eventi già realizzati il Comites ricorda “mercoledi 6 maggio si è svolto l’incontro con lo scrittore José Luis García Ruiz, autore, fra gli altri, di “La participación italiana en el frente norte”. Con lui è stato ripercorso un pezzo di storia italo-spagnola, quella che ha visto molti italiani combattere a fianco degli spagnoli sul fronte nord della Spagna (evento organizzato in collaborazione con l’associazione “A Madrid si muove un’altra Italia”)”. L'8 maggio, poi, “per il ciclo Cineforum italiano si è commentato il film “Tutti giù per terra” di Davide Ferrario”.
“In entrambi gli eventi”, sottolinea il Comites, “sono stati presenti una quindicina di “itañoli”, persone di nazionalità spagnola o italiana con in comune una forte passione per la lingua e la cultura italiane. Sono stati due momenti di profonda condivisione che hanno visto la partecipazione attiva di tutti i presenti, grazie all’alto livello di interazione concesso dalla piattaforma utilizzata. Inoltre, la modalità virtuale ha reso possibile che si collegassero utenti residenti in diversi luoghi della Spagna e anche altri dall’Italia, a dimostrazione del fatto che sì possiamo trarre vantaggio anche da una realtà disagiosa come quella che stiamo vivendo”.
Il Cineforum Italiano proseguirà in questo mese di maggio con altri appuntamenti: venerdì 15 maggio (19.00-20.30) “Per un pugno di dollari” di Sergio Leone; venerdì 22 maggio (19.00-20.30) “Non abbiamo paura... Alexian – Santino Spinelli, un artista rom” di Paolo Bonfanti; venerdì 29 maggio (19.00-20.30) “Il Marchese del Grillo” di Mario Monicelli.
Presso la scuola di lingue dell'associazione, conclude la nota informativa del Comites, continuerà il Club Letterario (attualmente stanno leggendo l’ultimo romanzo di Gianrico Carofiglio, “La misura del tempo”) così come tutti i i corsi online (non solo in lingua italiana). Per maggiori informazioni si può contattare la scuola via email (info@muchomasqueidiomas.com) o telefono (603 859 206) e seguirla sulle reti sociali (Instagram, Facebook e Twitter). (focus/ aise)