BERNARDINI RAPPRESENTANTE PERMANENTE A PARIGI

BERNARDINI RAPPRESENTANTE PERMANENTE A PARIGI

ROMA\ aise\ - “L’Italia protagonista nel multilaterale: la via più efficace per realizzare l’interesse nazionale, la crescita economica e sociale, il progresso tecnologico e una efficace collaborazione fra Stati”. Così Antonio Bernardini da oggi nuovo Rappresentante Permanente dell’Italia presso le Organizzazione Internazionali a Parigi.
Nato a Barletta, classe 1957, Bernardini si laurea in scienze politiche all’Università di Bari ed entra in carriera diplomatica nel 1984.
Il primo incarico alla Garnesina, nel 1985, è alla Direzione Generale Emigrazione e Affari Sociali. Due anni dopo è secondo segretario a New Delhi, sede dove viene confermato nel 1988 come primo segretario di legazione.
Nel 1990 è Primo segretario commerciale alla Rappresentanza permanente d'Italia presso le Organizzazioni Internazionali a Ginevra; vi rimane 4 anni; nel 1994 torna a Roma, prima alla Direzione Generale Affari Economici e poi alla Direzione Generale Affari Economici.
Dall’agosto del 1997 è consigliere commerciale a Tokyo. Quattro anni dopo, dall’agosto 2001, è primo consigliere alla Rappresentanza permanente presso l'ONU a New York.
Nel 2005 torna a Roma alle dirette dipendenze del Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo.
Dal marzo al dicembre 2006 è Coordinatore Multilaterale ed Emergenza e poi Consigliere Diplomatico del Ministro Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, incarico che ricopre fino all’agosto 2010 quando è Ministro alla Rappresentanza permanente presso l’ONU in New York, accreditato, presso le Nazioni Unite, con titolo e rango di Ambasciatore.
Nel dicembre 2013 torna a Roma come Vice Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri.
Dal luglio 2016 era Ambasciatore d’Italia a Brasilia con accreditamento secondario a Paramaribo (Suriname), incarico che ora lascia per Parigi. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi