LUNAR GATEWAY: QUEIROLO PALMAS AL COMITATO ESA

LUNAR GATEWAY: QUEIROLO PALMAS AL COMITATO ESA

ROMA\ aise\ - Grande soddisfazione della Farnesina per l’elezione del diplomatico Stefano Queirolo Palmas alla presidenza del Comitato Consultivo IGA-CC, che negozierà con la NASA e il Dipartimento di Stato USA i termini per la partecipazione europea al progetto "Lunar Gateway".

Tale progetto, inquadrato nei piani di ritorno dell’uomo sulla Luna e negli sforzi di esplorazione di Marte, consiste in una stazione orbitante intorno al nostro satellite, alla cui costruzione contribuirà anche l’Italia, con le proprie eccellenze nel campo delle tecnologie spaziali.
Nato a Genova nel 1961, Stefano Queirolo Palmas si laurea in scienze politiche all’Università di Genova ed entra nel 1986 in carriera diplomatica.
Il suo primo incarico è alla Direzione Generale del Personale. Poi è secondo segretario commerciale in Luanda, sede dove è confermato con funzioni di primo segretario commerciale, 1° novembre 1991. Nel 1992 è primo segretario a Madrid; anche qui è confermato con funzioni di consigliere.
Rientrato a Roma, è nuovamente alla Direzione Generale del Personale. Nel 1999 è a Sydney con l’incarico di reggente il Consolato Generale, prima, e console generale, poi. Nel 2002 è primo consigliere a Riad e nel 2005 console generale a Marsiglia.
Di nuovo alla Farnesina, nel 2007 è a capo della Segreteria della Direzione Generale Integrazione Europea e l’anno seguente capo Ufficio III della Direzione Generale Paesi Mediterraneo e Medio Oriente. Promosso al grado di ministro plenipotenziario, nel 2010 è alle dirette dipendenze del direttore generale per i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente, coordinatore per i Paesi del Golfo, le iniziative di sistema del Tavolo Golfo e le competenze della Direzione in ambito Task Force Iraq. Nello stesso anno è alle dirette dipendenze del direttore generale per gli Affari Politici e di Sicurezza e, dal 2013, con funzioni vicarie del vice direttore generale/direttore centrale per i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente. È nominato coordinatore delle iniziative multilaterali del Mediterraneo e del Golfo, sino all’ottobre 2013, quando diventa ambasciatore d’Italia a Copenaghen. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi