I FESTIVAL DEL FUTURO? LIVE & SOCIAL/ LA FORMULA IDEATA DA ITALYPOST PER GLI EVENTI CULTURALI DEI PROSSIMI ANNI

I FESTIVAL DEL FUTURO? LIVE & SOCIAL/ LA FORMULA IDEATA DA ITALYPOST PER GLI EVENTI CULTURALI DEI PROSSIMI ANNI

PADOVA\ aise\ - Quali scenari si aprono per i festival culturali nell'epoca post-covid19? ItalyPost ha studiato in queste settimane di lockdown la formula per allargare il pubblico dei propri festival, per offrire contenuti ancora più di qualità e per garantire sia l’esperienza di incontro fisico che digitale.
Per questo da settembre, quando avranno luogo Città Impresa-Festival dei Territori Industriali (Vicenza, dal 10 al 13 settembre), Trieste Next-Festival della Ricerca Scientifica (25-27 settembre) e Galileo Festival della Ricerca e dell'Innovazione (12-18 ottobre) la formula organizzativa sarà “Live & Social”.
In sostanza, spiega ItalYPost, i Festival evolveranno garantendo la presenza fisica di pubblico nei limiti che saranno consentiti dalle normative in vigore al momento ma, grazie a riprese altamente professionali, saranno trasmessi contemporaneamente in diretta su diverse piattaforme digitali che permetteranno anche a chi non potrà entrare in sala o non potesse viaggiare di seguire l’intera manifestazione.
A questa modalità, che rappresenta una accelerata evoluzione di quanto in parte si faceva anche in precedenza, saranno affiancati incontri “fisici e conviviali” con i protagonisti (sempre nei limiti delle normative che saranno in vigore al momento) e contenuti speciali ad hoc realizzati per il pubblico che seguirà la manifestazione sui social.
La “differenza fondamentale” rispetto al recente passato - durante il quale i webinar hanno inflazionato la rete fino a far diventare alienante l’esperienza di vivere davanti allo schermo dei pc – è, secondo ItalyPost, che anche il pubblico che seguirà in via digitale l’evento, potrà vivere le emozioni che solo l’incontro dal vivo con i protagonisti in sala è in grado di trasmettere.
“Live & Social sarà una formula che caratterizzerà d’ora in poi tutti le nostre manifestazioni - dichiarano il fondatore di ItalyPost, Filiberto Zovico, e il curatore di Goodnet Territori in Rete Antonio Maconi - e costituiranno l’innovativo approdo al quale tutti coloro che vorranno essere produttori di eventi divulgativi di contenuti economici, scientifici e culturali si dovranno conformare. Siamo certi che anche le realtà imprenditoriali partner delle nostre manifestazioni apprezzeranno questa innovazione che porterà più pubblico qualificato a festival che già erano di grandissimo successo”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi