“Idrogeno verde”: per l’Agenzia IRENA il Marocco ha un enorme potenziale

ROMA\ aise\ - Secondo l'Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA), il Marocco è nell'elenco dei paesi potenzialmente destinati a diventare tra i maggiori produttori di idrogeno verde.
“Il Marocco è considerato, da diversi anni, anche uno dei pionieri nel campo delle energie rinnovabili. L'accelerazione del riscaldamento globale e il suo impatto sull'ambiente, per non parlare dell'aumento del prezzo dei combustibili fossili, sono tutti motivi che spingeranno i consumatori a esplorare nuove alternative, in particolare l'idrogeno verde", si legge nel rapporto.
Secondo i dati IRENA, questo mercato potrebbe fornire fino al 12% del fabbisogno energetico mondiale entro il 2050. Secondo alcune stime, il solo Marocco potrebbe coprire dal 2% al 4% del fabbisogno mondiale di combustibili prodotti da idrogeno verde. Il Regno ha moltiplicato le sue iniziative in questo settore tanto che, nel dicembre 2020, sotto l'egida del Ministero dell'Energia, dell'Istituto per la Ricerca sull'Energia Solare e le Nuove Energie (IRESEN) e il Politecnico Mohammed VI, ha organizzato il "World Power-to-X Summit", una piattaforma di scambio regionale dedicata all'idrogeno verde e alle sue applicazioni ("Power-To-X"). In quella occasione, più di 2.000 persone provenienti da circa 60 paesi nei cinque continenti hanno potuto seguire i 90 relatori alle prese con le sfide e le opportunità dell'economia dell'idrogeno verde, dall'energia verde fino alle varie applicazioni, così come gli aspetti tecnologici e le prospettive di mercato.
Negli ultimi anni il Marocco ha adottato un'ambiziosa tabella di marcia per l'idrogeno verde stabilendo una strategia da attuare gradualmente, con l'obiettivo di garantire uno sfruttamento ottimale di tutto il potenziale sia per l'economia nazionale che per l'export. (aise)