DL RILANCIO IN SENATO/ GIACOBBE (PD): UN’OPPORTUNITÀ PER IMPEGNARE IL GOVERNO SU COMUNITÀ ALL'ESTERO E MADE IN ITALY

DL RILANCIO IN SENATO/ GIACOBBE (PD): UN’OPPORTUNITÀ PER IMPEGNARE IL GOVERNO SU COMUNITÀ ALL

ROMA\ aise\ - "Quando siamo alle battute finali dell'approvazione del DL Rilancio il passaggio in Senato ci dà l'opportunità per impegnare il Governo e ribadire l'impegno del Parlamento su alcuni temi che riguardano l'Italia all'estero e le nostre comunità". Così il senatore PD eletto in Australia Francesco Giacobbe, primo firmatario di alcuni Ordini del Giorno, presentati e sottoscritti anche da altri colleghi senatori.
Giacobbe parla di "un impegno affinché la presenza dell'Italia attraverso la rete di formazione all'estero, che raccoglie oltre due milioni di utenti, rimanga forte con un maggiore investimento per i nostri corsi di lingua e cultura italiana, volano per lo sviluppo dell'internazionalizzazione e la promozione del Made in Italy". Questo il primo degli impegni per Francesco Giacobbe, a cui si lega "l'impegno a valorizzare il contributo del sistema camerale italiano ed in particolare il ruolo delle Camere di Commercio Italiane all'Estero nelle azioni a favore dell'internazionalizzazione come già previsto nel Patto per l'Export".
Fra gli altri temi ribaditi e portati all'attenzione del Governo c’è l'impegno a formulare a breve termine i decreti attuativi per il bonus su efficientamento energetico, "norma a cui possono accedere chi possiede una casa in Italia con il valore aggiunto per i territori di origine degli italiani che vivono all'estero".
"Come sappiamo", sottolinea il senatore Giacobbe, "il turismo in Italia rappresenta il petrolio dell'economia ed è con un atto concreto che si chiede di incentivare il turismo di ritorno impegnando il Governo ad attivare un meccanismo sinergico tra i vari Ministeri affinché si incentivi il rientro turistico dei nostri connazionali".
Infine il senatore PD chiede la riprogrammazione dello svolgimento della Conferenza Stato Regioni Province Autonome e CGIE, già prevista per il 3 aprile e che a causa dell'emergenza sanitaria non si è potuta svolgere. (aise)


Newsletter
Archivi