GIACOBBE (PD) SUL DEF: SITUAZIONE ECONOMICA DISASTROSA

GIACOBBE (PD) SUL DEF: SITUAZIONE ECONOMICA DISASTROSA

ROMA\ aise\ - Senatore Pd eletto all’estero, Francesco Giacobbe è intervenuto in sede di discussione del Documento di Economia e Finanza (Def) a nome del gruppo del Partito Democratico.
La Commissione Affari Esteri, così come tutte le altre commissioni, si è riunita per esprimere il proprio parere sul Def; nel suo intervento, Giacobbe ha voluto sottolineare come il documento “rispecchi plasticamente una situazione economica disastrosa e dimostra e smaschera la propaganda fatta fino a questo momento da parte del Governo”.
“Il paradosso – ha osservato – sta nel fatto che mentre si sottolinea l’importanza dell’export quale settore portante dell’economia italiana, sono previste riduzioni di risorse per il Ministero degli Affari Esteri, per l'aiuto pubblico allo sviluppo e per la promozione della lingua e cultura nel mondo. Ciò significa meno servizi consolari, meno investimenti per la promozione dell’export e meno investimenti in lingua e cultura nel mondo, quest'ultimo di fondamentale importanza per permettere l’ingresso di prodotti e beni italiani all’estero”.
Il Senatore ha proseguito sottolineando che, ancora una volta, “il Governo dimostra di non avere una strategia su come risolvere i problemi dell’Italia”.
"Come nel passato, tanti sono i proclami e gli annunci pubblici che non corrispondono a realtà. È necessario cambiare direzione. Solamente con maggiori investimenti in servizi, cooperazione allo sviluppo e promozione della lingua e cultura si può assistere l’export e quindi contribuire alla crescita reale del Paese", ha continuato Giacobbe.
“Eppure, il Partito Democratico in questi mesi era stato facile profeta; i numeri sono numeri e davanti a questi si torna alla realtà dura e schietta. Peccato – ha concluso – che a farne le spese saranno milioni di italiani in Italia e all'estero mentre la propaganda continua e attenta ai sondaggi da parte dei rappresentati di questo Governo non farà altro che peggiorare la situazione già gravemente compromessa”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi