IL SOTTOSEGRETARIO MERLO PRESIEDE IL "MECCANISMO DI CONSULTAZIONI POLITICHE" TRA ITALIA E BOLIVIA

IL SOTTOSEGRETARIO MERLO PRESIEDE IL "MECCANISMO DI CONSULTAZIONI POLITICHE" TRA ITALIA E BOLIVIA

ROMA\ aise\ - Si è tenuta oggi alla Farnesina la seconda riunione del "meccanismo di consultazioni politiche" tra Italia e Bolivia, condotta dal sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Ricardo Merlo, e dal vice ministro boliviano alle Relazioni Internazionali, Carmen Almendras Camargo.
Nel documento sottoscritto al termine dei lavori, i due capi delegazione hanno ribadito la volontà di solidarietà e di sempre più intensa collaborazione tra i due Paesi, passando in rassegna diversi aspetti delle relazioni bilaterali, delle questioni regionali e dei temi multilaterali di comune interesse. In particolare, è stato riaffermato l'impegno a finalizzare rapidamente gli accordi bilaterali nei settori della difesa e della lotta al crimine organizzato, nonché quello relativo alla conversione delle patenti di guida.
Nel documento si prende inoltre nota dell’interesse delle imprese italiane per il progetto del "Corridoio ferroviario bi-oceanico centrale", una ferrovia che intende collegare le coste Atlantica e Pacifica del subcontinente, "in considerazione della sua importanza per lo sviluppo socio-economico e l’integrazione della regione".
Il sottosegretario Merlo si è congratulato per gli alti tassi di crescita economica e la stabilità politica della Bolivia negli ultimi anni e ha confermato l’interesse delle imprese italiane a investire nel Paese, in un processo che il Governo italiano intende accompagnare.
L’incontro ha consentito infine un approfondito scambio di vedute sulla crisi venezuelana. Italia e Bolivia partecipano infatti al Gruppo di Contatto Internazionale sul Venezuela: "una iniziativa diplomatica che", ha osservato il sottosegretario, "gode di grande credibilità e che sta ottenendo risultati nel creare le condizioni a Caracas per un franco e produttivo dialogo tra governo e opposizione". (aise)


Newsletter
Archivi