LEGGE DI BILANCIO/ UNGARO (IV): GLI EMENDAMENTI DI ITALIA VIVA PER GLI ITALIANI ALL’ESTERO

Legge di bilancio/ Ungaro (Iv): gli emendamenti di Italia Viva per gli italiani all’estero

ROMA\ aise\ - “Per evitare una procedura di infrazione comunitaria il Governo italiano, con la legge di Bilancio dello scorso anno, ha abrogato l’esenzione IMU per gli AIRE titolari di pensione estera. Penso che, anche a fronte della condizione difficile dettata dalla pandemia, sia al contrario utile prevedere con le dovute correzioni il ritorno dell'esenzione già in vigore in passato”. Così Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva eletto in Europa, che ha presentato, tra i segnalati in V Commissione Bilancio di Montecitorio, “un emendamento a mia prima firma che prevede l'esenzione dell'IMU sulla prima casa dei cittadini europei residenti all’estero, che ricevono una pensione in convenzione internazionale con l’Italia”. Questa proposta emendativa, precisa, “mantiene poi intatta la riduzione, pari a due terzi, del pagamento della TARI”.
Oltre a questo emendamento, conclude Ungaro, altri due di Italia Viva sono stati segnalati (cioè quelli che saranno posti in votazione, su segnalazione, appunto, del partito che li ha presentati - ndr): “un incremento di 15 milioni alla dotazione finanziaria per le elezioni dei Comites nel 2021 e un incremento di 400.000 del fondo a disposizione del Consiglio Nazionale dei giovani per incoraggiare la loro partecipazione allo sviluppo del Paese e implementare politiche a favore dei giovani inattivi”. (aise) 

Newsletter
Archivi