PIÙ RISORSE A SEDI INPS DI BOLZANO E CATANZARO PER GESTIONE PRATICHE ITALIANI IN GERMANIA: GARAVINI (PD) INTERROGA IL MINISTRO DI MAIO

PIÙ RISORSE A SEDI INPS DI BOLZANO E CATANZARO PER GESTIONE PRATICHE ITALIANI IN GERMANIA: GARAVINI (PD) INTERROGA IL MINISTRO DI MAIO

ROMA\ aise\ - "Oltre 50mila pensioni italiane sono già attive oggi in Germania, cioè vengono pagate dall'Inps a connazionali che hanno lavorato lì. E la nostra comunità continua ad aumentare a ritmi importanti". Per la senatrice PD eletta in Europa Laura Garavini, "sono numeri che l'Inps non può più trascurare".
Piuttosto, sottolinea la parlamentare, "è necessario un rafforzamento delle sedi territoriali di Bolzano e Catanzaro, che fungono da polo di smistamento per tutti i pensionati italiani residenti nel territorio tedesco".
Inoltre "serve più personale, anche in considerazione dell'incremento di lavoro che sarà generato dalla introduzione di quota100 e del reddito di cittadinanza. Questo aggravio rischia di dilatare ulteriormente i tempi già lunghi per il disbrigo delle pratiche per gli italiani all'estero", ha aggiunto Garavini, che, a tale scopo, ha presentato ieri un'interrogazione a risposta orale al Ministero per il Lavoro e le Politiche sociali, insieme ai colleghi Boldrini, Faraone, Bini, Parente e Iori. (aise)


Newsletter
Archivi