UNGARO (IV) RICORDA IL TERREMOTO DELL’IRPINIA: “TERRA DI ORIGINE DI TANTI ITALIANI ALL’ESTERO”

UNGARO (IV) RICORDA IL TERREMOTO DELL’IRPINIA: “TERRA DI ORIGINE DI TANTI ITALIANI ALL’ESTERO”

ROMA\ aise\ - Anche il Deputato di Italia Viva eletto in Europa, Massimo Ungaro, ha voluto ricordare oggi il triste anniversario dei quarant’anni dal tragico terremoto dell’Irpina, dove perirono 2.914 morti, 8.848 feriti e circa 280.000 sfollati.
“In quella tragedia fu evidente l'impreparazione del sistema dell'emergenza e dei soccorsi - ha detto l’eletto all’estero - purtroppo la ricostruzione successiva al terremoto è ancora oggi presa a simbolo di spreco di denaro pubblico, lentezze e in alcuni casi malaffare. A tutto questo si aggiunse così una nuova spinta a emigrare di migliaia di donne e uomini del Meridione che in assenza di casa, alternative professionali e aiuto da parte dello Stato decisero di lasciare quella bellissima terra”.
“Oggi - ha aggiunto ancora - molti dei comuni sparsi tra Campania e Basilicata contano nella loro anagrafe più iscritti all’AIRE che residenti. Memoria, prevenzione da terremoti e dissesto, nuove opportunità di occupazione sono antidoti al grave spopolamento che minaccia il nostro Mezzogiorno e le sue aree interne”, ha concluso il deputato renziano. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi