Giovani, decisioni e futuro: l’italiana Giulia Tariello alla III Commissione della 77esima Assemblea Generale ONU

NEW YORK\ aise\ - La Giovane Delegata italiana alle Nazioni Unite, Giulia Tariello, è intervenuta alla Terza Commissione della 77esima Assemblea Generale ONU sottolineando nel suo intervento l'importanza della partecipazione giovanile nei processi decisionali. Ne dà notizia la Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale - SIOI UNA Italy.
"Permettere ai giovani di essere attivamente coinvolti nelle decisioni sul futuro porta un duplice beneficio alla società: i giovani possono acquisire maggiori conoscenze ed esperienze, e gli adulti possono interpretare il mondo con una nuova prospettiva" ha affermato Giulia che si è poi soffermata sulla necessità di compiere ulteriori passi avanti per favorire il dialogo tra istituzioni e nuove generazioni.
Giulia ha ricordato l'esempio virtuoso dell’evento collaterale della COP26 Youth4Climate “Driving Ambition”, organizzato dall'Italia nel 2021, in cui 400 giovani da tutto il mondo hanno avuto la possibilità di condividere le loro idee per far fronte alla crisi climatica.
Tra le proposte dei due giovani delegati Giulia Tariello e Gabriele Colella, vi è l'utilizzo da parte delle istituzioni di un linguaggio più accessibile e vicino ai giovani, il miglioramento del sistema educativo e l'offerta di corsi che consentano agli studenti, fin dalla scuola elementare, di acquisire conoscenze su temi fondamentali come il cambiamento climatico, i diritti umani, l'Agenda 2030 e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.
L'Italia promuove il ruolo dei giovani come attori del cambiamento; Giulia Tariello e Gabriele Colella sono stati scelti nell'ambito dello United Nations Youth Delegate Programme, organizzato dalla SIOI-UNA Italy in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e con la Rappresentanza Permanente d'Italia presso le Nazioni Unite a New York. (aise)