Il Ministro Guerini incontra il collega polacco Błaszczak

ROMA\ aise\ - “Tra Italia e Polonia esistono solidi rapporti storici e culturali, che si riflettono sull’eccellente stato delle nostre relazioni, oggi rese ancora più strette dal comune impegno per la stabilità e la sicurezza del continente europeo, in questo momento attraversato da un drammatico conflitto. A tal proposito voglio esprimerti l’apprezzamento del Governo italiano per il ruolo che la Polonia svolge all’interno dell’architettura di sicurezza collettiva europea e nel sistema di deterrenza e difesa”. Queste le parole del Ministro della Difesa Roberto Guerini che ieri, nel giorno dell’anniversario della battaglia di Montecassino, avvenuta nel maggio del 1944, dove il Corpo d’Armata polacco si sacrificò per contribuire alla liberazione del nostro Paese dal nazifascismo, nella sede del Circolo Ufficiali delle Forze Armate d’Italia a Roma, ha incontrato l’omologo polacco Mariusz Blaszczak.
“È necessario continuare a rispondere in maniera ferma e coesa all’ingiustificabile aggressione russa, e al contempo promuovere ogni strumento diplomatico che contribuisca a fermare la crisi”, ha aggiunto Guerini.
“Come noto, - ha proseguito il Ministro – l’Italia sta contribuendo insieme agli Alleati al rafforzamento della postura di deterrenza e rassicurazione nel fianco Est. Lo fa in maniera significativa, con una componente terrestre in Lettonia, una aerea in Romania, e una componente navale nel Mediterraneo orientale. A questo sforzo si aggiungeranno gli impegni in Ungheria e in Bulgaria, terminato l'iter di approvazione in Consiglio dei Ministri e in Parlamento. Ma è altrettanto nota l’attenzione che da sempre l’Italia rivolge al fianco Sud dell'Alleanza, un’area sensibile per la sicurezza dell’intera Europa. Oggi più che mai è necessario vigilare su ogni possibile minaccia che potrebbe coinvolgere la sicurezza dell’Alleanza".
Guerini nel corso del bilaterale si è soffermato sulla necessità di rafforzare la sicurezza sia del Fianco Est dell’Alleanza Atlantica sia di quello Sud, costituito dal Mediterraneo e dalle zone a esso limitrofe: “aree connesse e interdipendenti, che ci vedono impegnati, come Alleati, in attività di vigilanza in cui ciascuno ha una responsabilità specifica ma nessuno è solo”.
I due colleghi si sono poi confronti sul tema della cooperazione industriale sia a livello bilaterale, manifestando la reciproca volontà di rafforzare le relazioni, che in ottica di costruzione del comune progetto di Difesa Europea, sottolineando l’importanza di procedere a una maggiore collaborazione nell’ambito della Difesa. "La collaborazione nel campo dell’industria e delle tecnologie per la Difesa è un fattore quanto mai rilevante, che richiede progressi significativi, anche dal punto di vista di una ancora più marcata cooperazione tra partner europei”, ha affermato il Ministro Guerini, che proprio ieri aveva discusso con il Commissario UE Breton, a margine del CAE Difesa a Bruxelles, il tema del pacchetto di incentivi della Commissione per lo sviluppo della Difesa Europea.
In conclusione, un focus sui comuni impegni operativi che vedono le due Difese operare congiuntamente, al termine del quale il Ministro Guerini ha voluto ringraziare Błaszczak per l’opera efficace e concreta svolta dalla Forze Armate polacche nelle operazioni internazionali che vedono Italia e Polonia impegnate fianco a fianco, dai Balcani (KFOR ed EUFOR ALTHEA) al Libano (UNIFIL), passando per la missione aeronavale IRINI, a garanzia del rispetto delle risoluzioni ONU sul traffico di armi da e per la Libia. (aise)