INCONTRO SULLA LIBIA A BRUXELLES: DICHIARAZIONE CONGIUNTA ITALIA, FRANCIA E GERMANIA

INCONTRO SULLA LIBIA A BRUXELLES: DICHIARAZIONE CONGIUNTA ITALIA, FRANCIA E GERMANIA

ROMA\ aise\ - Un impegno “genuino” sia per la “cessazione complessiva e duratura delle ostilità” che per la ripresa di un “credibile negoziato” sotto l’egida delle Nazioni Unite. Questo l’impegno che Francia, Italia e Germania chiedono alle parti libiche nella dichiarazione congiunta sulla Libia firmata oggi a Bruxelles dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, con il Presidente francese, Emmanuel Macron, e la Cancelliera tedesca, Angela Merkel, a margine del Consiglio Europeo.
I leader di Italia, Francia e Germania, si legge nella dichiarazione congiunta, “hanno ribadito il loro pieno sostegno alle Nazioni Unite ed all’azione del Rappresentante Speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ghassan Salamé, poiché pace e stabilità durevoli in Libia sono perseguibili solo attraverso una soluzione politica” e “riaffermato la loro determinazione a lavorare per il successo della Conferenza di Berlino, che si dovrà tenere senza ulteriore ritardo, ed hanno manifestato apprezzamento per gli sforzi dei rispettivi Ministri degli Esteri a tal fine”.
Conte, Merkel e Macrol, inoltre, hanno “espresso l'aspettativa che le organizzazioni regionali, come l'Unione Africana e la Lega Araba, giochino un ruolo importante nella concreta attuazione degli esiti e dei seguiti della Conferenza di Berlino”, ribadendo al tempo stesso il loro “fermo attaccamento all’unità, integrità territoriale, indipendenza, sovranità della Libia e all’obiettivo di una Libia stabile, sicura, democratica e prospera nell’interesse del popolo libico e dell’intera regione euro-mediterranea”. (aise) 

Newsletter
Archivi