Italia – Corea del Sud: il Ministro Guerini a colloquio con Wook Suh

ROMA\ aise\ - Lungo e amichevole il primo colloquio tra il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini e il Ministro della Difesa Nazionale della Repubblica di Corea del Sud Wook Suh. Tra i temi trattati, riporta la Difesa, la cooperazione bilaterale e industriale e rapporti tra i due Paesi, partecipazione alle operazioni di Peacekeeping e situazione nell’area asiatica. La convergenza di interessi in ambito Nazioni Unite e la particolare sensibilità ed attenzione dimostrate dall’Italia per la situazione nella penisola coreana, hanno consolidato negli anni gli ottimi rapporti bilaterali tra i due Paesi.
Al centro del colloquio, ieri al telefono, i rapporti bilaterali e industriali, che trovano la loro espressione e concretezza con l’entrata in vigore, lo scorso 9 giugno, dell’accordo governativo sulla cooperazione bilaterale tra i due Paesi nel settore della Difesa, sottoscritto a Roma il 17 ottobre 2018.
Il Ministro Guerini ha espresso soddisfazione per l’attuazione dell’accordo, che pone le basi per la futura cooperazione industriale: “Si tratta di uno strumento importante, che pone le necessarie premesse per sviluppare pienamente la cooperazione bilaterale nel settore della difesa in piena coerenza con il progressivo consolidamento delle nostre relazioni in molti altri settori, primo fra tutti quello commerciale. Ritengo ora necessario dare concretezza all’accordo, individuando le possibili collaborazioni future nei settori di mutuo interesse”.
Nello scambio di idee, i due Ministri hanno anche analizzato l’impegno dei due Paesi nell’ambito delle attività di Peacekeeping svolte sotto l’egida delle Nazioni Unite. In particolare in Libano dove le Forze armate italiane e coreane contribuiscono alle attività di UNIFIL.
In questo contesto, il Ministro ha richiamato la recente Conferenza per il supporto alle Forze Armate Libanesi co-presieduta da Francia e Italia.
Non è mancato l’esame del quadro di sicurezza internazionale e il Ministro Guerini ha espresso il sostegno agli sforzi della Repubblica di Corea per la stabilizzazione e la pacificazione della regione.
Il Ministro Wook Suh, in vista delle celebrazioni per il 70° anniversario della Guerra di Corea che si terranno nel corso dell’anno nel Paese asiatico, ha poi voluto ringraziare il Ministro Guerini e la Difesa italiana per il contributo che il nostro Paese fornì nel conflitto inviando un Ospedale da campo.
L’Italia, benché non ancora parte delle Nazioni Unite, inviò infatti una struttura sanitaria con personale del corpo militare della Croce Rossa, per fronteggiare l’emergenza umanitaria. Fu la prima unità militare della storia repubblicana ad essere impiegata fuori dai confini nazionali.
“Il nostro sforzo – ha ricordato Guerini - consentì di portare cure urgenti a migliaia di cittadini e costituì anche l’inizio di un sempre maggiore sforzo dell’Italia nel contesto internazionale, che allora come oggi vede la componente militare impegnata massicciamente per la stabilizzazione delle zone di conflitto a tutela delle popolazioni locali”. (aise)