LAYLA M.: ESTREMISMO E RADICALIZZAZIONE AI TEMPI DI DAESH/ PROIEZIONE E DIBATTITO A ROMA

LAYLA M.: ESTREMISMO E RADICALIZZAZIONE AI TEMPI DI DAESH/ PROIEZIONE E DIBATTITO A ROMA

ROMA\ aise\ - Prendendo spunto dalla storia raccontata sullo schermo nel film “Layla M.”, il Centro Studi Internazionali, in collaborazione con l’Ambasciata dei Paesi Bassi a Roma, ha organizzato il prossimo 17 dicembre alla casa del Cinema di Roma una proiezione, seguita da dibattito, su cosa sia l’estremismo e la radicalizzazione ai tempi dell’Isis, o Daesh.
Protagonista del film – una produzione olandese del 2016, diretta da Mijke De Jong – è, infatti, una giovane di 18 anni che, nata e cresciuta ad Amsterdam, si unisce ad un gruppo estremista.
Scopo del dibattito, quindi, sarà discutere la questione della radicalizzazione e le preoccupazioni più urgenti per l'Europa, soffermandosi sulle questioni sociali relative alla radicalizzazione, sugli approcci per prevenire e contrastare l'estremismo violento e sul reinserimento degli individui radicalizzati.
La proiezione del film – in inglese – inizierà alle 16.00, introdotta dai saluti dell’ambasciatore Joost Flamand e di Andrea Margelletti, presidente del Ce.S.I.
Dopo il film, interverranno al dibattito – sempre in inglese - Claudio Galzerano, Direttore DCPP/UCIGOS, e Giulia Cerino, giornalista de LA7.
Modera Gabriele Iacovino, Direttore del Ce.S.I. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi