Libano: concluso il corso di lingua per le LAF dei Caschi Blu Italiani

BEIRUT\ aise\ - Si è concluso a Shama, nella base “Millevoi”, sede del Comando del Sector West di UNIFIL e del Contingente Italiano in Libano, un corso di lingua italiana a favore di Ufficiali, Sottufficiali e militari di truppa delle LAF (Lebanese Armed Forces).
Il corso, della durata di quaranta ore, iniziato lo scorso marzo, ha visto quali frequentatori dieci militari libanesi che, grazie ad istruttori italiani del Reggimento Logistico “Pozzuolo del Friuli”, hanno potuto apprendere la lingua italiana a un livello base/intermedio ed elementi della cultura tra cui musica, letteratura e cucina.
L’attività addestrativa è stata voluta dal Comandante del Sector West, Generale di Brigata Massimiliano Stecca, ed entra a far parte delle attività svolte a favore delle Forze Armate Libanesi come sancito dalla Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.
La conoscenza della lingua italiana consente di migliorare e consolidare i rapporti con i colleghi libanesi nel corso di tutte le attività operative e addestrative svolte congiuntamente tra i Caschi Blu Italiani e le LAF.
La missione italiana in Libano è attualmente a guida Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli’, al suo sesto mandato nella “Terra dei cedri” con i colori delle Nazioni Unite, ed ha la responsabilità del settore Ovest di Unifil in cui operano 3.800 “caschi blu” di 16 dei 46 paesi contributori alla missione ONU e di cui fanno parte 1.000 militari italiani. (aise)