Tecnologie e politiche rinnovate per difesa più verde: la conferenza del Ce.Si

ROMA\ aise\ - Il CeSI - Centro Studi Internazionali, in collaborazione con l'Istituto Finlandese per gli Affari Internazionali (FIIA) e con il supporto del Programma NATO Science for Peace and Security (SPS), organizza il 27 ottobre la conferenza sul tema “Tecnologie innovative e politiche rinnovate per una difesa più verde”.
La conferenza si inserisce nel quadro di un progetto che, seguendo il percorso intrapreso dalla NATO e da diversi governi nazionali, mira ad affrontare gli aspetti chiave relativi alla formazione di un settore della Difesa più sostenibile e ad approfondire la via da seguire.
Al vertice della NATO del 2021, i capi di Stato e di governo hanno approvato il piano d'azione per i cambiamenti climatici e la sicurezza della NATO, basato su consapevolezza, adattamento, mitigazione e sensibilizzazione, come parte dello sforzo globale dell'Alleanza Atlantica per comprendere meglio l'impatto sulla sicurezza dei cambiamenti climatici e come adattarsi allo scenario in evoluzione, introducendo nuove iniziative verdi, migliori pratiche e tecnologie per le forze armate degli Stati membri.
La conferenza durerà due giorni, ma solo il primo sarà aperto al pubblico.
Il convegno del 27 ottobre si articolerà in 3 panel tematici durante i quali esperti e rappresentanti delle più importanti realtà in tema di Green Defense condivideranno le proprie prospettive.
I lavori inizieranno alle 10 con il primo panel sulle esperienze nazionali. Introdotto da Gabriele Iacovino (CeSI), interverranno Richard Nugee (UK Ministry of Defence), Robert Sipec (Slovenian Ministry of Defence), Paul van der Heul (Dutch Ministry of Defence), Michele Giovanni Caccamo (Italian Ministry of Defence).
Il secondo panel si soffermerà sulla cornice istituzionale; moderati da Mikael Wigell (FIIA), interverranno Claudia Canevari (European Commission), Esra Buttanri (OSCE) e Lukas Trakamavicius (NATO Energy Security Centre of Excellence).
Nel pomeriggio, il terzo e ultimo panel sul ruolo dell’insutria. Moderati da Richard Brewin (NATO), interverranno Marco Piredda (Eni), Giuseppe Giordo (Fincantieri) e Tommaso Pani (Leonardo). (aise)