Claudio Taffuri ambasciatore a Baku

BAKU\ aise\ - Con la presentazione delle lettere credenziali al Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, il 12 giugno scorso l’Ambasciatore Claudio Taffuri ha avviato ufficialmente il proprio mandato a Baku.
Dopo la cerimonia, riporta l’Ambasciata, si è svolto un colloquio incentrato sul rafforzamento dei rapporti bilaterali e sull’evoluzione del quadro regionale. Sulla base dell’eccellente stato delle relazioni bilaterali e del dialogo politico, il Presidente Aliyev e l’Ambasciatore Taffuri hanno discusso nuove iniziative da intraprendere nei settori commerciale, industriale e culturale.
Romano, classe 1959, dopo aver conseguito la laurea in Economia e Commercio all’Università di Roma “La Sapienza”, Taffuri entra in carriera diplomatica a partire nel 1992.
Tra il 1995 e il 2002 presta servizio all’estero, dapprima a Maputo e successivamente a Belgrado e Pristina. Di rientro al Ministero, in servizio all’Unità di Coordinamento della Segreteria Generale e all’Unità di Crisi, per poi assumere il ruolo di Capo Segreteria della Direzione Generale Europa.
Dal 2007 al 2010 si trova a Ginevra, quale Rappresentante permanente aggiunto presso l’Organizzazione mondiale del commercio. Tra il 2010 e il 2011 a Herat, come NATO Senior Civilian Representative per il Regional Command – West, nel quadro della missione ISAF, e a capo della Componente civile del Provincial Reconstruction Team.
Nel 2012 viene nominato Capo dell’Unità di Crisi della Farnesina. Ministro plenipotenziario dal 2014, dal 2017 al 2021 è Ambasciatore d’Italia in Canada. A maggio 2021 è stato nominato Ambasciatore d’Italia a Baku.
È sposato con Maria Enrica Francesca Stajano e ha due figli. (aise)