Di Stefano al Summit Middle East Green Initiative a Riad

ROMA\ aise\ - Il Sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano è intervenuto ieri a Riad al Middle East Green Initiative Summit, alla presenza di capi di Stato e di Governo e di Ministri degli Esteri di 30 Paesi.
“Viviamo in questa epoca la confluenza di crisi economica, sanitaria e climatica a livello globale e dobbiamo affrontarle in modo olistico”, ha esordito il Sottosegretario. “L’Italia, come Presidenza G20 e come partner del Regno Unito nella CoP 26, svolge un ruolo fondamentale nel guidare il mondo verso la transizione ecologica ed energetica, per combattere e affrontare il cambiamento climatico”.
Durante il Summit è stato discusso il ruolo della finanza pubblica nell’accelerare la transizione e orientare anche il settore privato verso investimenti verdi. “Sarà fondamentale in questo senso – ha osservato Di Stefano – che i Paesi sviluppati aiutino concretamente quelli in via di sviluppo per “saltare” l’epoca del fossile e industrializzarsi direttamente su logiche sostenibili”.
“Sosteniamo le nostre imprese nei settori delle rinnovabili, dell’idrogeno, dell’efficienza energetica e nell’elettrificazione dei comparti produttivi più inquinanti”, ha proseguito Di Stefano. “Così facciamo anche in Europa perché senza un mercato adeguato tutto questo sarà solo un miraggio. Il nostro Recovery Plan sta allocando il 40% delle risorse disponibili per questo fine: la progressiva e completa neutralità climatica della nostra società entro il 2050, nonché per sviluppare sempre più l’economia circolare e per proteggere la natura e la biodiversità”.
“Oggi a Riad abbiamo un’occasione preziosa per continuare a confrontarci sul futuro con tutti i Paesi convenuti qui cercando di definire soluzioni concrete fin da oggi, per arrivare al 2030 e poi alla metà del secolo con un Pianeta in salute e – ha concluso – migliori condizioni di vita per tutta l’umanità e per le altre specie naturali”. (aise)