Expo Riva: Di Maio partecipa virtualmente all’inaugurazione

TRENTO\ aise\ - A Riva del Garda è tornata Expo Riva Schuh & Gardabags con la sua edizione in presenza, in una ripartenza sottolineata dal taglio del nastro avvenuto alla presenza virtuale del Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, in un momento importante e attesissimo che ha visto protagonisti anche il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, e la Sindaca di Riva del Garda, Cristina Santi, introdotti dal presidente e dalla direttrice generale di Riva del Garda Fierecongressi, Roberto Pellegrini e Alessandra Albarelli.
Il ministro Di Maio ha ribadito l’importanza dei settori calzaturiero e della pelletteria sottolineando che l’Italia è il terzo maggiore esportatore nel mondo e che, negli ultimi sei mesi, l’export è aumentato del 5,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel suo intervento ha altresì evidenziato il ruolo del settore fieristico come leva per le dinamiche di internazionalizzazione proponendo le ambasciate italiane del mondo come “case delle imprese” a disposizione di organizzatori, aziende e istituzioni per raggiungere anche nuovi mercati.
È evidente come il sistema fieristico, da sempre supporto fondamentale per l’export e le imprese italiane, sia una vetrina vitale per la maggior parte dei comparti produttivi dell’economia italiana e costituisca un asset strategico per l’internazionalizzazione delle sue aziende. Con questa nuova edizione Expo Riva Schuh & Gardabags conferma la sua essenza di hub innovativo e ibrido grazie alla sintesi felice tra fisico e digitale, capace non solo di valorizzare e promuovere il potenziale dei brand italiani ma anche di attrarre marchi da tutto il mondo, confermando il suo essere uno dei principali player dello sviluppo del sistema produttivo del Paese.
Anche il presidente Fugatti e la sindaca Santi hanno ribadito il ruolo prioritario della kermesse, ringraziando l’organizzazione per aver realizzato una fiera internazionale in presenza, in piena sicurezza e in un piccolo territorio come quello Trentino, che in un periodo di grande difficoltà è riuscito a scommettere sul futuro e a trasformare la crisi in opportunità. Un esempio di questa intraprendenza è la proposta del presidente Pellegrini di candidare Riva del Garda come sede, nel 2023, del Congresso Mondiale della Calzatura.
“Un motivo di orgoglio per il nostro territorio, esempio virtuoso di un’autonomia trentina che si impegna a fare dei passi avanti anche nei momenti difficili. Riva del Garda Fierecongressi ha investito quando ancora non vi era sicurezza di cosa sarebbe stato, ci ha creduto e ottenuto oggi questo grande risultato. Oggi, in tutto il mondo, sanno che in Trentino e a Riva del Garda si fa una fiera in presenza e nel rispetto delle regole. Un volano promozionale e un messaggio ancora più forte per Riva e per la nostra autonomia” – ha commentato il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti.
“Un evento in presenza come questo, in un periodo di incertezza e in evoluzione, implica grande sforzo e caparbietà. Organizzare Expo Riva Schuh oggi significa dare ancora una volta alla nostra città un’importante visibilità internazionale e beneficiare di un’attività, quella fieristica, che contribuisce al turismo e all’indotto economico locale. Un sentito ringraziamento agli organizzatori, per l’impegno e la presenza per la città anche nei momenti di difficoltà” – ha dichiarato il sindaco di Riva del Garda Cristina Santi.
Il marketplace dedicato alla calzatura di volume, alla pelletteria e all’accessorio – che proseguirà fino a martedì 20 luglio – accoglierà, in presenza, oltre 400 espositori provenienti da 31 Paesi nel mondo (a fronte delle 123 realtà che hanno optato per l’utilizzo della sola piattaforma digitale), e beneficia di collaborazioni importanti come quelle con l’Agenzia ICE e MAECI, oltre all’apporto fondamentale dei consorzi e delle numerose associazioni di categoria internazionali che, come affermato dalla direttrice Albarelli, garantiscono il mantenimento dei consueti standard qualitativi della manifestazioni. (aise)