PERSONE SCOMPARSE: LA XXII RELAZIONE PRESENTATA A MONTECITORIO

PERSONE SCOMPARSE: LA XXII RELAZIONE PRESENTATA A MONTECITORIO

ROMA\ aise\ - Oltre 15mila denunce nel 2019 per persone scomparse, quasi 10mila quelle ritrovate, mentre una su tre va a ingrossare un esercito di “invisibili”. I dati sono stati illustrati in occasione della presentazione della XXII relazione sul fenomeno dal Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse, prefetto Giuliana Perrotta, questa mattina nella Sala della Regina di Montecitorio.
Sono complessivamente 61.031, infatti, i cittadini ancora da rintracciare da quando è attivo il sistema di elaborazione dati del Viminale (1974), di cui 9.959 mila italiani e 51.077 stranieri, la gran parte dei quali è costituita da minori.
Per puntare l'attenzione su questo fenomeno, il Commissario Straordinario ha realizzato nello scorso anno diverse iniziative: il primo convegno nazionale sulle persone scomparse, un concerto per le scuole, l’istituzione del 12 dicembre come giornata dedicata agli scomparsi, oltre a un piano di comunicazione istituzionale finanziato dalla Presidenza del Consiglio.
“Il fenomeno delle scomparse nel nostro Paese continua ad essere numericamente rilevante, malgrado le buone percentuali di ritrovamento, l’impegno encomiabile delle Forze di Polizia e delle Prefetture, la rilevante attività di coordinamento messa in atto, la regolamentazione dettata dalle norme e delle direttive impartite dai miei predecessori, la collaborazione attiva delle associazioni”, scrive Perrotta nella presentazione della relazione suddivisa in quattro capitoli: Andamento e valutazione del fenomeno alla data del 31 dicembre 2019; le iniziative realizzate dall’ufficio (La Consulta Per Le Persone Scomparse, Il Convegno Nazionale Sulle Persone Scomparse, Quando A Scomparire È Un Minore, La Giornata Dedicata Agli Scomparsi, I Corpi Senza Nome E Il Registro Nazionale), I naufragi nel Mediterraneo: le attività di identificazione delle vittime, le iniziative avviate nel campo della informazione, della comunicazione e della formazione. Il volume si chiude con le statistiche.
Vi si legge, ad esempio, che all’estero sono scomparsi 2061 italiani, 1826 sono stati ritrovati, 235 sono ancora da rintracciare: dei 155 minori scomparsi, ne sono stati ritrovati 117 mentre ne mancano all’appello ancora 38.
I Maggiorenni scomparsi sono stati 1770: 1606 ritrovati, 164 ancora da rintracciare. Gli over 65 sono stati 136: 103 ritrovati, 33 da rintracciare.
La relazione è disponibile qui. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi