“Al di là del mare”: Grecia e Italia del Sud si incontrano in musica ad Atene

ATENE\ aise\ - La cantante greca Vassiliki Karakosta e il musicista italiano Simone Campa presentano, il 16 giugno, alle 21.00, al Teatro di Kolonos di Atene, uno speciale dialogo musicale tra l’Italia e la Grecia, che dimostra l'inscindibile rapporto culturale tra i due Paesi. Il programma è stato pensato esclusivamente per questo concerto estivo e comprende brani delle tradizioni dei due Paesi oltre ad alcune melodie contemporanee che abbiamo amato.
L'evento, intitolato “Al di là del mare. Percorsi musicali tra la Grecia e l’Italia del Sud”, è una co-produzione dell'Istituto Italiano di Cultura ad Atene e del Comune di Atene - OPANDA, nell’ambito della lunga e proficua collaborazione tra le due istituzioni.
Vassiliki Karakosta e Simone Campa, due artisti accomunati dall'amore per la musica e la tradizione, si incontreranno ad Atene, sul palco del Teatro Kolonos per portare il pubblico in un'esperienza senza precedenti. Melodie e liriche della tradizione italiana e greca che svelano miti, emozioni, luoghi e persone, impronte di vita.
Un gruppo di musicisti eccezionali uniscono la loro arte e le loro voci per offrirci sensazioni musicali, suoni e danze dalla sponda opposta, dal Paese vicino al di là del Mare... Canzoni e ritmi dall'Italia e dalla Grecia che fanno parte della nostra storia comune, che ci emozionano, che parlano alla nostra anima e ci sollevano, come il ballo dell'Egeo e la tarantella, danze coreografate e interpretate magistralmente dalla danzatrice pugliese Maristella Martella.
Per il concerto verranno impiegati strumenti musicali delle tradizioni popolari della Grecia e delle regioni del Sud Italia.
Il novero degli strumenti conta la “lira” calabrese, parente stretta della lira di Creta; la zampogna “surdulina” tipica delle aree del Pollino e della Calabria; il mandolino, la chitarra battente, l’organetto diatonico, flauti doppi, scacciapensieri e tamburi a cornice (tammorre, tamburelli). In particolare il tamburello, il tympanon di Dioniso e delle Menadi è uno strumento emblematico che unisce la cultura greca antica, della Magna Grecia e del Mediterraneo, ed è lo strumento indispensabile nel tarantismo salentino ed in ogni forma di tarantella del nostro meridione italiano. Il risultato della collaborazione affiatata e del dialogo interculturale tra i musicisti sarà un repertorio di canti d’amore, di lavoro e devozione e musiche per il ballo come la pizzica della Bassa Murgia pugliese e del Salento, le tarantelle del Gargano, della Calabria e della Puglia, il ballo sul tamburo di area vesuviana.
L’evento, ad ingresso libero, è sotto il patrocinio dell’Ambasciata Italiana ad Atene e nell’ambito dell’iniziativa Tempo Forte tra la Grecia e l’Italia. (aise)