DOMANI ALL’IIC DI LUBIANA LA PRESENTAZIONE DEL CATALOGO DI NICOLA GRASSI

DOMANI ALL’IIC DI LUBIANA LA PRESENTAZIONE DEL CATALOGO DI NICOLA GRASSI

LUBIANA\ aise\ - L’appuntamento è per domani alle 18, presso l’Istituto italiano di Cultura di Lubiana, dove il professor Enrico Lucchese presenterà il volume edito da Zel dedicato all’opera di Nicola Grassi.
Interverranno l'autore, è storico dell’arte e professore associato all’Università di Lubiana, e il Professor Matej Klemencic dell'Università di Lubiana.
Il pittore Nicola Grassi (1682 – 1748) visse e operò a Venezia, realizzando dipinti per la natia Carnia e il Friuli, per gli altri territori della Serenissima e per l’estero.
Il volume cataloga per la prima volta l’intera produzione pittorica e grafica del maestro del Settecento veneziano Nicola Grassi, schedando anche le incisioni tratte da sue invenzioni e i dipinti da considerare della sua cerchia, oltre che quelli di imitatori e di attribuzione erronea. Il testo si avvale di un denso apparato di tavole che mostra in modo completo il percorso creativo dell’artista.
Nicola Grassi (1682 – 1748) visse e operò nella città di San Marco, realizzando dipinti per la natia Carnia e il Friuli, per gli altri territori della Serenissima (dalla Lombardia alla Dalmazia) e per l’estero (dalla Svezia alla Germania fino al feudo Odescalchi in Vojvodina). Nel saggio introduttivo si chiariscono i suoi rapporti e l’originale posizione nei confronti dei colleghi, e concorrenti, della prima metà del XVIII secolo: da Rosalba Carriera, Giambattista Tiepolo e Giambattista Piazzetta, ad Antonio Balestra, Giambattista Pittoni, Antonio Pellegrini e Sebastiano Ricci, fino ad Antonio Guardi, Jacopo Amigoni, Jacopo Marieschi. La lettura del volume, agevolata dagli indici dei nomi, dei luoghi e delle opere di Nicola Grassi, restituisce il profilo di un osservatore e interprete dei principali fatti artistici della sua epoca, voce originale della civiltà figurativa di Venezia.
Enrico Lucchese, storico dell’arte e professore associato all’Università di Lubiana, è autore di oltre trecento pubblicazioni scientifiche e si è dedicato in particolare allo studio dell’arte veneta. (aise)