DOPPIO CONCERTO ALL’IIC DI LOS ANGELES PER LA FESTA DELLA MUSICA 2019

DOPPIO CONCERTO ALL’IIC DI LOS ANGELES PER LA FESTA DELLA MUSICA 2019

LOS ANGELES\ aise\ - Ritorna domani, 20 giugno, a Los Angeles uno degli appuntamenti annuali più importanti in tema di cultura e spettacolo, la Festa della Musica. Evento internazionale nato in Francia nel 1982 e oggi celebrato contemporaneamente in oltre 1000 città in 120 Paesi del mondo, nel 1999 la Festa della Musica ha ricevuto l’alto patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri italiana quale riconoscimento ufficiale dell’importante valenza culturale e interesse pubblico di questa manifestazione.
Quest’anno l’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles partecipa nuovamente alle celebrazioni organizzando un doppio concerto nei suoi locali che avrà inizio alle ore 19. Il primo vedrà la partecipazione di Carlo Aonzo (mandolino) e Lorenzo Bernardi (chitarra classica), mentre il secondo quella di Antonio Lysy (violoncello), accompagnato da Nanki Chugh, Aria Shapouri, Layla Shapouri e Rufus Bordaldella, tutti studenti della SOL-LA Music Academy.
Il duo formato dal celebre mandolinista savonese Carlo Aonzo e dal giovane chitarrista trentino Lorenzo Bernardi si esibirà in una performance che entra a far parte del più ampio tour che i due musicisti stanno tenendo e che prevede anche tappe in America Centrale. Il filo conduttore del programma presentato è il viaggio, inteso come viaggio immaginario tra regioni italiane, secoli e stili musicali. Un importante omaggio dunque alla grande tradizione musicale colta italiana. Il mandolino in quanto simbolo dell’Italia, della sua tradizione, ma anche della sua cultura più alta, merita di essere conosciuto infatti soprattutto nel suo ruolo di strumento impegnato, raffinato, virtuoso e accademico, anche attraverso la riscoperta di autori definiti "minori" ma che a ben vedere hanno lasciato pagine di repertorio di assoluto pregio artistico.
Antonio Lysy invece si esibirà con la violoncellista Kaya Ralls e con alcuni studenti della SOL-LA Music Academy di Santa Monica in un programma che prevede musiche di Vivaldi e di J.S. Bach.
In chiusura, i musicisti suoneranno tutti insieme il famoso Love Theme di Ennio e Andrea Morricone) dalla colonna sonora de Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore.
Lorenzo Bernardi, di origine trentina, si diploma presso il Conservatorio F.A Bonporti nel 2015. Prosegue quindi gli studi sotto la guida di Emanuele Buono al Conservatorio L. Canepa di Sassari, conseguendo un Master ad indirizzo solistico con il massimo dei voti e specializzandosi ulteriormente presso il Conservatorio Manuel Castillo di Siviglia, seguito da Francisco Bernier. Tra il 2016 e il 2019 si è esibito in prestigiosi eventi in Spagna, Argentina, Bahrain, Giappone, Corea, Indonesia, Vietnam e India. È stato inoltre invitato come membro di giuria di concorsi internazionali come Calcutta International Guitar Festival in India.
Carlo Aonzo, di origine savonese, apprende lo studio del mandolino dal padre, diplomandosi al Conservatorio nel 1993 e vincendo il premio "Vivaldi", alla Vittorio Pitzianti National Mandolin Competition di Venezia. Nel 1997 si classifica primo al Walnut Valley National Mandolin Contest a Winfield (Kansas, USA). Si occupa inoltre delle origini e della storia del mandolino tenendo conferenze sull'iconografia dello strumento in importanti istituzioni, quali Metropolitan Museum di New York, Dartmouth College, Boston University, il Museo Nazionale degli strumenti musicali di Roma. Ha collaborato con il New Grove Dictionary of Music and Musicians e con numerose istituzioni musicali, tra cui la Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano.
Antonio Lysy, acclamato violoncellista italiano, si è esibito da solista nei maggiori teatri del mondo, al fianco di orchestre prestigiose come la Philharmonia Orchestras of London, la Camerata Academica di Salisburgo, la Zurich Tonhalle, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Israel Sinfonietta, la Montreal Symphony Orchestra, la Toronto Symphony Orchestra, e più recentemente la Camerata Strumentale Città di Prato. Tra le sue collaborazioni, spiccano i nomi di Yuri Temirkanov, Charles Dutoit, Sir Yehudi Menuhin, Sandor Vegh e Kees Bakels. Lysy ha inoltre ottenuto un Latin Grammy e ha fondato nel 1989 il festival toscano Incontri in terre di Siena, di cui è attualmente direttore artistico. (aise)


Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli