GIORNATA DEL CONTEMPORANEO: L'IIC WASHINGTON IN CONVERSAZIONE CON EUGENIO RE REBAUDENGO E ANDREW BERARDINI

Giornata del Contemporaneo: l

WASHINGTON\ aise\ - La Giornata del Contemporaneo è un'iniziativa annuale organizzata da AMACI (Associazione Musei d'Arte Italiana Contemporanea) per promuovere l'arte contemporanea verso un pubblico più ampio. In occasione della sua 16a edizione, l'Istituto Italiano di Cultura di Washington DC ha organizzato un webinar con l'esperto, collezionista e fondatore di Artuner, Eugenio Re Rebaudengo, in conversazione con il critico d'arte e curatore americano Andrew Berardini.
L'Italia è sinonimo di storia. Mentre Roma e Napoli sono spesso visitate come testimonianza di antiche civiltà, l'Italia ha anche un lato più attuale e moderno, come dimostrano alcuni artisti contemporanei eccezionali.
Il talk analizzerà il ruolo di gallerie e curatori nel riconoscere e definire un mercato per l'arte contemporanea, esplorando alcune delle creazioni più intriganti degli artisti italiani contemporanei.
Il webinar si terrà lunedì 7 dicembre alle 16:00 (ora locale) sulla piattaforma Zoom. La conversazione si svolgerà in lingua inglese.
Eugenio Re Rebaudengo è un imprenditore e collezionista desideroso di condividere la sua passione per l'arte contemporanea. Ha conseguito un Master con lode in Management, Organizations and Governance presso la London School of Economics. È parte integrante della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo della sua famiglia, come si evince dalla sua nomina al Consiglio di amministrazione nel 2008.
Ha fondato ARTUNER nel 2013 con l'obiettivo di creare una piattaforma artistica ibrida innovativa per artisti e collezionisti. Da allora, ha organizzato più di 30 mostre internazionali con oltre 100 artisti. ARTUNER è una piattaforma artistica innovativa e ibrida che organizza mostre curate da artisti contemporanei, sia online sia attraverso un programma di dinamiche mostre internazionali pop-up.
Andrew Berardini è uno scrittore americano noto per il suo lavoro di critico e curatore di arti visive a Los Angeles. Ha pubblicato articoli e saggi in pubblicazioni come Frieze, Mousse, Fillip, Artforum, ArtReview, Art-Agenda, Paper Monument, Art in America, Public Fiction, Rolling Stone (Italia) e LA Weekly. È Warhol / Creative Capital e 221a Curatorial Grantee, e si è laureato alla School of Critical Studies del California Institute of the Arts con un MFA in Writing. Come curatore, Berardini ha tenuto appuntamenti presso l'Armory Center for the Arts di Pasadena e LAXART di Los Angeles e nel 2013 ha organizzato e co-organizzato mostre al Palais de Tokyo a Parigi, al Museum of Contemporary Art di Los Angeles e al Castello di Rivoli a Torino.
Ha tenuto lezioni di storia dell'arte e produzione culturale presso il Southern California Institute of Architecture (SCI-Arc) ed è stato docente presso la Mountain School of Arts dal 2008 e al Banff Center dal 2013, oltre a tenere numerose conferenze. In precedenza ha ricoperto la posizione di assistente redattore di Semiotext (e) Press ed è attualmente redattore di Los Angeles per Mousse, senior editor per Artslant, collaboratore di Momus e Art-Agenda e co-fondatore di Art Book Review. (aise)


Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli