“Il treno dei bambini”: l’IIC presenta il libro di Viola Ardone alla X Notte della Letteratura di Sofia

SOFIA\ aise\ - Per il decimo anno consecutivo l'Istituto Italiano di Cultura di Sofia prenderà parte alla Notte della Letteratura, organizzata dalla rete EUNIC degli Istituti di cultura stranieri in Bulgaria. L'evento ha come obiettivo la diffusione della letteratura europea contemporanea.
Il libro scelto dall'Istituto Italiano di Cultura è “Il treno dei bambini” di Viola Ardone, tradotto da Vera Petrova e pubblicato in Bulgaria dalla Casa editrice Obsidian.
Pronto a diventare un brillante caso editoriale, “Il treno dei bambini” è una storia che finalmente entra nella memoria collettiva italiana: quella dei bambini che dal Sud Italia, alla fine della seconda guerra mondiale, arrivarono nel Nord per poter avere un pasto caldo in tavola ogni giorno e per andare a scuola.
Amerigo vive a Napoli e nel suo quartiere tutti lo conoscono come Nobèl perché sa un sacco di cose: la sua passione è infatti ascoltare storie. La madre Antonietta invece parla poco, soprattutto da quando il marito è andato in America e non è più tornato. Nel 1946 separarsi da Amerigo, per lei, sarà difficile, ma lo farà per il suo bene, per garantirgli un futuro migliore. Quando il treno di Amerigo e di tanti altri bambini parte per Modena, Antonietta, in cuor suo, sa che niente sarà più come prima. A Modena Nobèl si affezionerà alla sua nuova famiglia e grazie al suo nuovo papà del Nord conoscerà la bellezza della musica. Per Amerigo sarà una svolta che segnerà il suo futuro, ma tornare a Napoli sarà difficile e con la madre Antonietta vi sarà uno squarcio difficile da ricucire. Ne “Il treno dei bambini” di Ardone le emozioni troveranno pace solo dopo cinquant’anni, quando le esistenze di tutti avranno trovato strane e impensabili vie.
In occasione della presentazione a Sofia, la traduttrice Vera Petrova leggerà un estratto del libro: l’evento si terrà il 12 maggio presso la sede dei corsi dell'IIC. L'incontro inizia alle ore 18.00 e le letture saranno ogni 30 minuti fino alle ore 21.00. (aise)