LA SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA A LISBONA CON L’IIC

LA SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA A LISBONA CON L’IIC

LISBONA\ aise\ - Programma ricco di eventi quello proposto dall’Istituto Italiano di Cultura a Lisbona per la quinta edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, iniziativa promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che quest’anno si svolgerà completamente online. In occasione della ricorrenza del bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi, padre della cucina italiana e autore de “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, considerata la prima trattazione gastronomica dell’Italia unita, il tema di questa edizione è "Saperi e sapori delle terre italiane, a 200 anni dalla nascita di Pellegrino Artusi".
Il programma dell'Istituto, realizzato in collaborazione con la Delegazione di Lisbona dell’Accademia Italiana della Cucina, è interamente fruibile a distanza e si apre il 23 novembre con la mostra virtuale "Il cibo nei disegni di Federico Fellini", presentata in occasione del centenario della nascita del cineasta italiano ed in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, la Cineteca del Comune di Rimini e Casa Artusi.
A 10 anni di riconoscimento quale patrimonio culturale da parte dell'Unesco, martedì 24 si terrà il Live talk in diretta dalla pagina facebook dell’IIC dal titolo “Dieci anni di Dieta Mediterranea, un patrimonio culturale condiviso” al quale prenderanno parte Stefano Pisani, sindaco di Pollica, comunità emblematica della Dieta Mediterranea, Francesca Marino, giornalista e nutrizionista, Elisabetta Moro, docente di Antropologia Culturale presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e Valerio Calabrese, direttore del Museo Vivente della Dieta Mediterranea di Pioppi.
Mercoledì, 25 novembre, sarà la volta dello chef Fabio Campoli che, in diretta streaming, terrà una Live Cooking Class dal titolo “Cucina con me!”, nel corso della quale il pubblico potrà mettersi alla prova, preparando insieme allo chef un intero menu composto da 3 piatti tipici della tradizione culinaria italiana.
Fondatore dell’azienda Azioni Gastronomiche Srl e della testata giornalistica Prodigus, Fabio Campoli è oggi affermato consulente per aziende ed esercizi ristorativi italiani ed esteri, nonché autore e conduttore di programmi televisivi e radiofonici, consulente per l’industria cinematografica e food designer, pluripremiato in ambito culinario e comunicativo. Autore di otto pubblicazioni e docente per istituti pubblici e privati, la sua filosofia a tavola, nel lavoro e nella vita si riassume nell’attenzione verso le “buone cose”, in una logica in cui l’essenziale è visibile agli occhi di chi vive la cucina non come fine ma come mezzo per trasmettere emozioni e tramandare storia e cultura. http://www.fabiocampoli.it/
Giovedì, 26 novembre, il consueto podcast settimanale Aria d'Italia, Frammenti di Cultura Italiana, ospiterà l’intervista allo scrittore Roberto Alajmo per affrontare il tema del legame tra letteratura e gastronomia, terreno fertile d’ispirazione in Sicilia e nel resto d’Italia e del mondo per scrittori di tutti i tempi, da Omero ad Andrea Camilleri.
Roberto Alajmo è nato a Palermo nel 1959. Giornalista e scrittore, autore di libri come È stato il figlio (2005), L’arte di annacarsi; un viaggio in Sicilia (2010) e L’estate del ’78 (2018), è una delle voci più mature della letteratura italiana contemporanea.
La Settimana della Cucina si concluderà venerdì, 27 novembre, con “Oggi mi mangio le parole”, un viaggio in cerca di cibo: dalle favole alle tavole, da Artù ad Artusi, tra sapori e saperi, tra volumi e salumi, per celebrare l’evento in compagnia del Teatro Verde di Roma. Si tratta di una cirConferenza: un conferenziere, circondato da burattini e pupazzi, ci parla della cultura e dell’anima del nostro popolo: musica, pittura, letteratura e teatro si danno appuntamento in cucina.
Il Teatro Verde è un teatro interamente dedicato all'infanzia e alla gioventù dal 1986, diventato negli anni un punto di riferimento insostituibile per i bambini, i ragazzi, le scuole e le famiglie romane. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi