"LE DONNE CHE HANNO COSTRUITO LA REPUBBLICA"

"LE DONNE CHE HANNO COSTRUITO LA REPUBBLICA"

SAN PIETROBURGO\ aise\ - L’Istituto italiano di Cultura di San Pietroburgo rende omaggio a "Le donne che hanno costruito la Repubblica".
In occasione della festa della Repubblica l’Istituto propone infatti una tavola rotonda a cui prenderanno parte giornaliste, scrittrici, storiche e attrici italiane, tra loro Dacia Maraini, Gabriella Gallozzi, Paola Cioni, Maria Serena Palieri, Francesca Sancin ed Eliana Di Caro, oltre alle attrici Teresa Saponangelo e Maria Cristina Blu.
"Parleremo delle 21 costituenti, delle partigiane, delle giornaliste e scrittrici, che in modo diverso hanno partecipato alla costruzione della nostra Repubblica, per sottolineare il ruolo eccezionale svolto da queste donne, i cui nomi oggi sembrano dimenticati", spiega la direttrice dell’IIC di San Pietroburgo, Paola Cioni. "Trasmettere la memoria di donne come: Teresa Noce, partigiana, senatrice, firmataria della prima legge sulla maternità; Angelica Balabanov, socialista rivoluzionaria, primo Presidente dell’Internazionale Comunista, organizzatrice delle due conferenze di pace di Kiental e Zimmerwal; Nilde Iotti, prima Presidentessa della Camera dei Deputati; le centinaia di partigiane, i cui nomi sembrano destinati all’oblio; scrittrici e giornaliste, anch’esse partigiane, come Alba De Cespedes e Fausta Cialente; Tina Anselmi, primo ministro donna della storia della Repubblica, diviene un dovere perché i loro nomi si sono persi nelle pieghe della storia, anche se il loro ruolo non è stato affatto meno importante di quello degli uomini.”. La discussione sarà accompagnata da letture sceniche di brani tratti da articoli, autobiografie, diari di Teresa Noce, Alba De Cespedes, Fausta Cialente, Teresa Mattei, Nilde Iotti, Lina Merlin".
Al termine della tavola rotonda andrà in onda "Bandite", documentario di Alessia Proietti, che indaga l’esperienza delle donne che dal 1943 al 1945 hanno combattuto nelle formazioni partigiane, rivoluzionando il ruolo assegnato loro dal patriarcato e divenendo protagoniste della storia. Donne di diverse estrazioni sociali, culturali e politiche, esprimono in un racconto corale la consapevolezza di una lotta che va oltre la liberazione dal nazifascismo e che segna un momento decisivo nel percorso di emancipazione prima e di liberazione poi.
Il vissuto di queste donne ribelli si intreccia agli interventi delle storiche e alle loro ricerche e analisi di genere, alle pubblicazioni clandestine e ai documenti dell’epoca, alle immagini di repertorio, delineando così il contesto storico in cui la loro lotta si è sviluppata e il riflesso di essa nel mondo attuale.
La tavola rotonda andrà in onda il 2 giugno alle ore 19.00, il documentario bandite alle ore 20.10 dello stesso giorno, entrambi sul canale Youtube dell’Istituto Italiano di Cultura di San Pietroburgo. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi