LEZIONI OLIVETTIANE ALL’ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA DI AMBURGO

LEZIONI OLIVETTIANE ALL’ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA DI AMBURGO

AMBURGO\ aise\ - Domani, giovedì 7 novembre, alle ore 19.00, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo si terrà la conferenza "Lezione Olivettiana" a cura della giornalista-scrittrice Eliana Di Caro di Matera e dell’architetto Pippo Ciorra della Fondazione MAXXI di Roma.
L’evento, che si svolgerà in lingua italiana con traduzione simultanea, è il primo di un ciclo di lezioni alla scoperta e l’approfondimento dell’esperienza e dell’eredità olivettiana organizzate dall’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo in collaborazione con la Fondazione Adriano Olivetti e la Fondazione MAXXI.
La prima lezione sarà dunque dedicata alla Basilicata, a Matera e all’impegno di Adriano Olivetti nella pianificazione urbanistica del dopoguerra come presidente dell’INU e vicepresidente dell’UNRRA-CASAS. Il focus della seconda lezione, che pure si terrà domani, sarà dedicato allo Stile Olivetti e Ivrea, città industriale del XX secolo recentemente riconosciuta Sito Unesco. Un’occasione per ripercorrere la straordinaria esperienza industriale, sociale e politica di Adriano Olivetti in cui ricerca tecnologica, design, architettura, responsabilità sociale e responsabilità verso il territorio si sono integrate in un modello unico, innovativo ed avanguardistico, di fare impresa, ancora oggi molto attuale.
Eliana Di Caro, nata a Matera, è giornalista al Sole 24 Ore dal 2000. Ha lavorato al mensile Ventiquattro, sin dalla sua ideazione, poi al settimanale Nova e alla redazione Esteri del quotidiano, seguendo in particolare la politica e l’economia americane, con diverse trasferte negli Stati Uniti. Dal 2012 è al supplemento della Cultura "Domenica", dove è vice caposervizio e cura le pagine di Luoghi e Persone, Storia e storie, Economia e Società. È tra le autrici di "Donne della Repubblica" (il Mulino, 2016), "Basilicata d’autore" (Manni, 2017) e "Donne nel ’68" (il Mulino, 2018). Scrive, oltre che della sua terra, dei temi legati alle donne, dei loro diritti e dell'emancipazione femminile. Appassionata di tennis, ogni tanto recensisce qualche libro sull'argomento. Il suo ultimo libro "Andare per Matera e la Basilicata" (il Mulino, 2019) traccia un raffinato itinerario di luoghi del cuore con guide di eccezione: Carlo Levi, Pier Paolo Pasolini, Rocco Scotellaro, Giovanni Pascoli, Isabella Morra, Leonardo Sinisgalli e Orazio.
Pippo Ciorra, architetto, critico, docente, membro del comitato editoriale di "Casabella" dal 1996 al 2012, collabora con giornali e riviste ed è autore di molti saggi e pubblicazioni. Tra i più noti, "Senza architettura, le ragioni per una crisi", pubblicato da Laterza nel 2011. È autore di studi monografici – Ludovico Quaroni, Peter Eisenman e altri – e di testi sulla città, sui musei, sulla fotografia e sull’architettura italiana contemporanea. È professore di progettazione e teoria presso la SAAD di Ascoli Piceno e direttore del programma di dottorato internazionale Villard d’Honnecourt presso lo IUAV. È membro del CICA (Comitato Internazionale dei Critici di Architettura) e advicer per il premio "Medaglia d’oro dell’architettura italiana" della Triennale di Milano. Dal 2009 è senior curator per l’architettura al MAXXI di Roma. È curatore della versione italiana di YAP, programma internazionale del MoMA PS1 per la promozione dei giovani architetti. (aise)


Newsletter
Archivi