L'IIC di Tel Aviv promuove e sostiene la traduzione di libri in lingua italiana in ebraico

TEL AVIV\ aise\ - Ogni anno, a cadenza periodica, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) indice una selezione pubblica per l’assegnazione di premi, fondi ed incentivi da destinarsi alla traduzione di testi in lingua italiana in varie lingue del mondo. Possono partecipare alla selezione gli editori israeliani che abbiano tradotto o intendono tradurre testi ed opere in lingua italiana. È compito dell’Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv veicolare e presentare i libri per cui competono gli editori israeliani al MAECI. A sua volta il MAECI selezionerà le opere più significative e assegnerà loro un premio in denaro o una borsa di studio.
Sulla base della predetta selezione, molti editori israeliani hanno ricevuto negli ultimi anni fondi ed incentivi per le traduzioni di narrativa, poesia e saggi in lingua italiana. Come ogni anno, l’IIC è pronto a ricevere ed esaminare le candidature per i libri pubblicati di recente o che dovrebbero essere pubblicati in Israele a breve per l'edizione 2021 (incentivi, fondi, premi e borse di studio).
L’Istituto invita pertanto gli interessati ad inviare all’attenzione dello stesso IIC testi oppure opere tradotti in ebraico di autori italiani recentemente pubblicati (non prima dell'1 gennaio 2021) o, in alternativa, un elenco dei libri attualmente in traduzione o di cui è prevista la pubblicazione (non prima dell’1 agosto 2021).
Le linee-guida per la compilazione del modulo di domanda, in italiano e in inglese, il modulo di domanda e il bando 2021 sono disponibili sul sito dell’Istituto Italiano di Cultura.
Il modulo di domanda, in italiano e inglese, e tutti i documenti richiesti devono essere firmati, scansionati, tradotti in italiano o inglese e inviati all'Istituto Italiano di Cultura, tramite e-mail all’attenzione di marina.trivella@esteri.it entro il 7 maggio 2021. (aise)