“MAPS, BORDERS, TERRITORIES”: UNA SERIE DI WEBINAR ORGANIZZATA DAGLI IIC DI DUBLINO LONDRA ED EDIMBURGO

“MAPS, BORDERS, TERRITORIES”: UNA SERIE DI WEBINAR ORGANIZZATA DAGLI IIC DI DUBLINO LONDRA ED EDIMBURGO

LONDRA\ aise\ - Google maps e mappe dei paesi delle meraviglie. Cartografia e strategie di guerra. Mappatura di ideologie e pandemie, continenti, Paesi e contee, lingue e razze. Infinite lotte per confini e identità. Mappe delle percezioni e delle ideologie. Poche cose cambiano velocemente come le mappe. Come ci cambiano le mappe? “Maps, Borders and Territories” è il progetto organizzato dagli Istituti Italiani di Cultura di Londra, Dublino ed Edimburgo per riflettere sul concetto di confini e sulla definizione dei territori.
Dal 5 dicembre una serie di 12 incontri, conversazioni, interviste e conferenze con giornalisti, scrittori, filosofi, scienziati e studiosi presenterà diversi approcci su come mappe, confini e territori sono diventati aspetti così distintivi e controversi della nostra cultura.
Tutti gli eventi si terranno online tramite Zoom o Webex. La partecipazione è gratuita previa registrazione.
Ad inaugurare il programma saranno alle 17 locali di sabato, 5 dicembre, Jo Burns e Catherine Dunne che introdurranno il tema parlando di “Hard Borders: what’s in a poem?”. Si proseguirà il 12 novembre con un book launch in compagnia di Gabriele Proglio e del suo libro “Bucare il confine. Storie dalla frontiera di Ventimiglia” (Mondadori, 2020). Il 18 novembre al centro dell'attenzione “Le geografie di Franco Farinelli: istruzioni per l’uso”: Franco Farinelli converserà con Vittorio Giacopini. Ultimo appuntamento di novembre, il 26, sarà quello con Gabriele Paleari e Sergio Savoia, che converseranno attorno al tema “Frontaliers and protection of the italian language in Switzerland”.
Un solo webinar è in programma a dicembre, il 10, con “Fulvio Tomizza and geo-linguistic borders”: ne discuteranno Marianna Deganutti e Sandra Parmegiani.
Si proseguiranno nel mese di gennaio con quattro appuntamenti: il 7 Juliet Fall e Giada Peterle parleranno di “Envisioning borders: thinking across border spaces with and through comics”; il 14 Igiaba Scego di “Stories between, across and without borders: La linea del colore”; il 21 Alessandro Scafi di “Maps of Paradise: A Visual History of Heaven on Earth”; e il 28 Tiziana Francesca Vaccaro di “Sindrome Italia: immagini, voci, esperienze dal mondo nascosto dell’immigrazione nell’Italia odierna”.
Gli ultimi due incontri della serie si terranno a febbraio: l'11 con Andrea Moro attorno al tema “On mapping languages and fighting racisms”; e il 18 con Andrea Borghini e Achille Varzi, che parleranno di “On drawing lines, making cuts, and other (culinary) philosophical adventures”. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi