“Moglie di una Spia”: il regista Kurosawa Kiyoshi ospite speciale dell’IIC di Tokyo

TOKYO\ aise\ - Presso l’Auditorium Agnelli dell’Istituto Italiano di Cultura a Tokyo è stato proiettato ieri, 13 aprile, alla presenza del regista Kurosawa Kiyoshi, il film “Moglie di una Spia”, vincitore nel 2020 del premio per la migliore regia della 77ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia.
La proiezione è stata preceduta da una approfondita conversazione tra il Maestro Kurosawa e Alberto Barbera, direttore della Mostra di Venezia, collegatosi appositamente dall’Italia in videoconferenza. A moderare il dibatto il noto critico cinematografico locale Koga Futoshi.
“Siamo onorati di aver potuto ospitare in Istituto uno dei maestri del cinema contemporaneo giapponese”, ha commentato Paolo Calvetti, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura. “Un’occasione importante per reiterare l’immagine di Venezia quale vetrina del cinema internazionale e per esplorare in Giappone nuove forme di collaborazione in favore delle nostre industrie creative”.
Presente alla proiezione anche l’ambasciatore Giorgio Starace, per il quale “l’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo si conferma la piattaforma ideale per il dialogo tra artisti e operatori del cinema italiani e giapponesi. Tra poche settimane avrà non a caso luogo la 21ª edizione del Festival del Cinema Italiano in Giappone, co-organizzato dai nostri IIC di Tokyo e Osaka con l’Istituto Luce-Cinecittà e dal grande gruppo mediatico giapponese Asahi Shimbun. Siamo inoltre impegnati nelle battute conclusive del negoziato dell’accordo di co-produzione cinematografica tra Italia e Giappone: un’occasione preziosa di arricchimento della partnership culturale, artistica ma anche economica tra i nostri Paesi”, ha concluso. (aise)