“PICCOLE FUGHE: GUIDA ATTRAVERSO UN'ITALIA NASCOSTA” CON L'IIC DI AMBURGO

“PICCOLE FUGHE: GUIDA ATTRAVERSO UN

foto di Matteo Errico (dettaglio)

AMBURGO\ aise\ - L’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo continua la sua programmazione online dopo gli appuntamenti estivi di“CineDì Web” e “Reloaded 2020”, con “Piccole fughe: guida attraverso un'Italia nascosta”.
Il nuovo progetto è parte della più ampia programmazione online dell’Istituto Italiano di Cultura #StayTunedonIT e #StayfIT. In questo caso l'IIC invita a piccole fughe, appunto, in un’Italia sconosciuta, accompagnando il visitatore in un viaggio virtuale attraverso osservatori insoliti dalla profonda bellezza e importanza storico-geografica, spesso non presenti nell‘immaginario turistico: da siti culturali a riserve naturali, da eventi folkloristici a piccoli grandi tesori lasciati in ombra dalle mete più note.
Il progetto online si propone di ripartire – attraverso gli strumenti digitali – dalla promozione di un'Italia “fuori dai sentieri battuti”, viaggiando attraverso le venti regioni italiane, scoprendo un luogo “nascosto” per ciascuna di esse e, per coloro i quali sono ancora “affamati di mare”, costeggiando virtualmente le coste della penisola italiana, alla scoperta di alcuni tra i suoi più pittoreschi tesori di mare. Un appuntamento periodico che condurrà il visitatore in località spesso tralasciate dagli itinerari turistici o che, tra quelle più note, indagherà curiosità insolite di tipo storico, artistico e paesaggistico.
Il progetto si avvale di strumenti di geolocalizzazione che accompagneranno il visitatore in una consultazione “geografica” con l’uso della piattaforma openstreetmap. Una galleria di immagini di altissima qualità condurrà il visitatore alla scoperta delle bellezze della Penisola: i progetti si sono avvalsi della collaborazione di fotografi e viaggiatori appassionati, che l’Istituto ha coinvolto attivamente attraverso le reti social, sperimentando, in questa prospettiva, un’ulteriore forma di azione digitale.
Un percorso virtuale alla scoperta di nuovi tesori e, perché no, un’occasione per prendere nota di mete ideali per un prossimo viaggio in Italia.
L'Istituto Italiano di Cultura annuncia le tappe del viaggio: Abruzzo, Costa dei Trabocchi e San Vito Chietino; Basilicata, Basilica di Acerenza; Calabria, Borgo di Pentedattilo e Chiesetta di Piedigrotta a Pizzo Calabro; Campania, Grotta di Seiano a Napoli e Villa Rufolo a Ravello; Campania, Sant’Angelo d’Ischia; Emilia-Romagna, Street art a Dozza; Friuli-Venezia Giulia, Palmanova; Lazio, Giardino di Ninfa a Cisterna di Latina e Museo Archeologico Nazionale a Sperlonga; Liguria, Caruggi e Barberia Giacalone a Genova e Manarola alle Cinque Terre; Lombardia, Monte Isola; Marche, Gola del Furlo; Molise, “Il Sogno” di Termoli; Piemonte, Isola Bella; Puglia, Ostuni e Villa Sticchi a Santa Cesarea Terme; Sardegna, Castelsardo; Sardegna, Monte Pulchiana; Sicilia, Marzamemi; Toscana, Isola di Capraia, Castiglioncello e Museo Civico Giovanni Fattori di Livorno; Trentino Alto-Adige, Lago di Resia; Umbria, Calendimaggio di Assisi; Valle d'Aosta, Val d’Ayas; Veneto, Burano e il Museo del Merletto, e Orto botanico di Padova. (aise)