TEATRO E MUSICA ALL’IIC STOCCOLMA PER LA NOTTA PIÙ LUNGA DELL’ANNO

TEATRO E MUSICA ALL’IIC STOCCOLMA PER LA NOTTA PIÙ LUNGA DELL’ANNO

STOCCOLMA\ aise\ - Il 13 dicembre, nel giorno che anticamente segnava la notte più lunga dell'anno, il buio inverno svedese verrà illuminato dai bagliori dell’arte e della musica, provenienti, quest’anno, dall’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma, che presenterà lo spettacolo teatrale di tableaux vivants Caravaggio e i Caravaggeschi, a cura della compagnia Teatri 35 con musica dal vivo della Nuova Orchestra Scarlatti.
Secondo la tradizione svedese, nel giorno di Santa Lucia, un corteo di ragazze emerge dall'oscurità invernale, in una vera processione di luce. Vestite con fluenti abiti bianchi e tenendo fra le mani una candela, esse sfilano tra una folla silenziosa guidate da Lucia, riconoscibile per la corona di candele accese tra i capelli. La prima apparizione di Lucia vestita di bianco si attesta in Svezia nel 1764, in una casa di campagna. L'usanza non divenne tuttavia popolare fino al 1900 e Stoccolma, in particolare, proclamò ufficialmente la sua prima Lucia nel 1927.
L’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma celebrerà dunque questo giorno speciale e ricco di fascino, con componenti del nucleo artistico di Teatri 35 – Gaetano Coccia, Francesco Ottavio De Santis, Antonella Parrella – con movimenti e gesti semplici, ma calibratissimi, costruiscono in diretta dinanzi al pubblico, in un gioco di alternanze tra lente preparazioni e illuminazioni improvvise, tableaux vivants raffiguranti alcuni capolavori di Caravaggio e dei Caravaggeschi, sulla musica interamente eseguita dal vivo da elementi della Nuova Orchestra Scarlatti.
Teatri 35 è una compagnia di teatro composta da Gaetano Coccia, Francesco Ottavio e Santis e Antonella Parrella, lavora da anni sulla tecnica dei tableaux vivants.
La Nuova Orchestra Scarlatti ha tenuto numerosi concerti in importanti centri italiani ed esteri, da Roma a Belgrado, da Ginevra al Lussemburgo, da Berlino a San Pietroburgo, con un repertorio spaziante dalla musica barocca alla contemporanea (prime esecuzioni assolute di Ivan Vàndor, Giacomo Manzoni, Ennio Morricone ecc.), e volto particolarmente a valorizzare in Italia e nel mondo il patrimonio della scuola musicale napoletana.
A seguire, assisteremo all’esibizione del coro del Nordiska Musikgymnasiet di Stoccolma, che eseguirà canti tradizionali di Santa Lucia in svedese e in italiano, tipici delle celebrazioni della Santa. Il coro composto dagli studenti del Nordiska Musikgymnasiet si esibisce ogni anno nella chiesa di S.Pietro in Vaticano. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi