"TRILOGIA DEL DESIDERIO": ALL’IIC DI AMBURGO OMAGGIO A LUCA GUADAGNINO

"TRILOGIA DEL DESIDERIO": ALL’IIC DI AMBURGO OMAGGIO A LUCA GUADAGNINO

AMBURGO\ aise\ - "Call me by your name" è il titolo di uno dei romanzi più noti dello scrittore italo-americano André Aciman: ambientato in una calda estate a metà degli anni '80 sullo sfondo della Riviera Ligure, racconta la storia dell'amicizia e dell'amore struggente tra due giovani, il diciassettenne italiano Elio e il ventiquattrenne americano Oliver. L'omonimo film del regista Luca Guadagnino ha vinto nel 2018 l'Oscar per la migliore sceneggiatura non originale. André Aciman è ospite al Festival della letteratura Harbour Front di Amburgo il 20 settembre con il suo ultimo romanzo "Five Loves Long" (Jugendmusikschule di Amburgo, ore 20).
Nell’occasione l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo ha in programma un omaggio al regista Luca Guadagnino, attraverso la proiezione presso la biblioteca dell’Istituto della "Trilogia del desiderio", i tre film del regista palermitano dedicati al tema dell’amore e del desiderio.
Il primo appuntamento cade mercoledì 25 settembre alle 19 con "Io sono l’amore - I am love" (2009), interpretato da Tilda Swinton, Flavio Parenti, Edoardo Gabbriellini, Alba Rohrwacher e Pippo Delbono.
Film sull’alta borghesia industriale sul quale il regista palermitano ha lavorato per 7 anni. Il patriarca Edoardo Recchi sta per lasciare il comando al più capace dei suoi eredi: il figlio Tancredi, o il nipote Edoardo Jr.? L’azienda è alle prese con la globalizzazione e la famiglia con problemi, conflitti, segreti, ipocrisie. Edoardo, prediletto della madre russa Emma, aiuta l’amico Antonio, chef di talento, ad aprire un ristorante. Tra Antonio ed Emma nasce una passione che li porta in rotta di collisione con un universo in cui sono estranei e a disagio. Scritto dal regista con Barbara Alberti, Ivan Cotroneo e Walter Fasano, è il più raffinato, ambizioso e maturo film di Guadagnino. L’hanno definito viscontiano, e non solo per i contenuti. Basterebbe l’interpretazione della Swinton (non doppiata) a dare l’acqua della vita a un film nella migliore tradizione di un mélo familiare, ma asciugato, stilisticamente omogeneo (Morandini).
Luca Guadagnino, di origini palermitane, è regista, sceneggiatore e produttore. Moderno e insieme tradizionale, ha diretto le pellicole The Protagonists (1999), Melissa P. (2005), Io sono l’amore (2009) e A Bigger Splash (2015). Nel 2017 ha diretto l’acclamato film Chiamami col tuo nome, candidato a tre Golden Globe, quattro Premi BAFTA e quattro Premi Oscar. Di questi ultimi, James Ivory ha vinto quello per la miglior sceneggiatura non originale.
La proiezione di "Io sono l’amore" è in lingua originale con sottotitoli in tedesco. Gli altri due film della trilogia, "A Bigger Splash" e "Chiamami col tuo nome", saranno proiettati sempre alle ore 19 rispettivamente del 9 e del 16 ottobre.
L’ingresso alle proiezioni sarà libero, con prenotazione obbligatoria via e-mail all’indirizzo events@iic-hamburg.de o direttamente sul sito https://iicamburgo.esteri.it. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi