“Zanzotto europeo: la sua poesia di movimento”: convegno internazionale all’IIC di Parigi

PARIGI\ aise\ - Nel quadro delle iniziative di celebrazione del centenario della nascita di Andrea Zanzotto, l'Istituto italiano di cultura a Parigi, in collaborazione con l'Université de Lorraine, l'Ens, la Maison de la Poésie e la Maison d'Italie organizza domani e venerdì, 25 e 26 novembre, un convegno - “Zanzotto europeo: la sua poesia di movimento” - che intende proiettare la figura letteraria e intellettuale del poeta in una dimensione europea. Relatori e relatrici invitate analizzeranno la sua opera poetica e la sua riflessione saggistica, nonché i dialoghi intessuti con figure-chiave della poesia europea: da Hölderlin a Rimbaud, da Bataille e Leiris a Michaux, da Celan a Mallarmé.
Il convegno si svolgerà in lingua italiana e francese.
Ad aprire i lavori saranno Diego Marani, direttore dell’IIC di Parigi, e Maria Carolina Foi, direttrice dell'IIC di Berlino.
La prima sessione sarà presieduta da Andrea Cortellessa. Interverranno, a partire dalle 10.30, Antonella Anedda “Geografie di Zanzotto”; Philippe Di Meo “Zanzotto et la tradition”; Valerio Magrelli, “Mallartaud: Zanzotto tra due poli” e Alessandro Carrera, “Zanzotto e la forza magica (ma non magica abbastanza) della filosofia”.
Nel pomeriggio i lavori riprenderanno alle 15. Coordinati da Giorgia Bongiorno, interverranno Laura Toppan, “Andrea Zanzotto et Giambattista Vicàri: une correspondance inédite et le Prix “Silver-Caffè””; Giuseppe Sandrini, “Rimbaud e Lorca: due “fari” del giovane Zanzotto”; Francesco Carbognin, ““Erratici”, lo spazio della dispersione”.
Seguirà il dibattito e, alle 17.00, la presentazione di novità librarie con Francesco Carbognin, Martin Rueff, Alberto Russo Previtali e Giuseppe Sandrini. Conduce Laura Toppan.
La prima giornata si concluderà alla Maison de la poésie con la guida di Martin Rueff.
Venerdì 26, il convegno riprenderà alle 10.00 con una prima sessione presieduta da Laura Toppan.
Interverranno Manuele Gragnolati e Francesca Southerden, “Tra “sentire” ed “entusiasmo pacato”: ritornare all’Eden dantesco nei “Conglomerati””; Andrea Cortellessa, “Santi stupri dell’occhio. Erotismo-surrealismo di Zanzotto”; Giorgia Bongiorno, “Zanzotto/Artaud, ou d’une poésie perpétuellement à naître”; Michael Jakob, “Andrea Zanzotto e André du Bouchet, un dialogo postumo”; Alberto Russo Previtali, “Zanzotto “terrestre”: la poésie par-delà la Nature”.
La Sessione pomeridiana inizierà alle 15.00, presieduta da Alberto Russo Previtali.
Interverranno Paolo Tamassia, “René Char, Andrea Zanzotto. Poésie et mouvement”; Jean Nimis, “Michaux/Zanzotto: le puits et le continent, figures de l’engagement en poésie” e Andrea Inglese, “Evanescenza e consistenza: Zanzotto versus Ponge”.
Dopo il dibattito, spazio ad altre presentazioni librarie, con Daria Catulini, Andrea Cortellessa, Philippe Di Meo e Matilde Manara. Conduce Giorgia Bongiorno.
Alle 19.00 sarà proiettato il documentario di Denis Brotto, “Logos Zanzotto”, introdotto da un dialogo di Andrea Cortellessa con l’autore.
Il convegno avrà un’appendice sabato 27 novembre all’École Normale Superieure che, dalle 9.00, ospiterà un seminario con giovani studiosi europei coordinato da Martin Rueff sul tema “Andrea Zanzotto au pied de la lettre: éditer, commenter et interpréter la poésie d’Andrea Zanzotto”. (aise)