PER USCIRE DAL LABIRINTO DELLE FAKE-NEWS SULL’EUROPA: A BRUXELLES NASCE “ARIANNA” E COMINCIA DA SBARCHI, MIGRANTI ED EUROPA

PER USCIRE DAL LABIRINTO DELLE FAKE-NEWS SULL’EUROPA: A BRUXELLES NASCE “ARIANNA” E COMINCIA DA SBARCHI, MIGRANTI ED EUROPA

BRUXELLES\aise\ - Le fake-news sono una delle più grandi minacce per la costruzione europea, che alcuni pensano persino essere create ad arte anche da potenze straniere che mirano a minare, per interessi economici e strategici, questo processo che ha garantito oltre mezzo secolo di pace, nella libertà e nella democrazia, nel nostro continente. Processo che resta un unicum nella storia europea e non solo.
É necessario quindi informare i cittadini, seppure con spirito critico, quando necessario, ma sempre costruttivo, sulle principali attività dell’Unione Europea, e del loro impatto per la vita dei cittadini. In questo senso, siamo convinti della necessità di smentire con i fatti ed un’informazione il più possibile chiara e obiettiva, alcune delle tante sciocchezze e falsità - chiamate oggi più elegantemente fake news - che circolano a proposito dell’Europa.
Per questa ragione non possiamo che essere felici dell’iniziativa presa da alcuni esperti in materia europea che, a Bruxelles, hanno creato un’associazione, dal nome di “Arianna”, che vuole essere una rete di persone che desiderano contribuire al dibattito pubblico sull’Europa mettendo a disposizione del pubblico sul sito www.ariannaeuropa.eu, con rapidità, competenza e pragmatismo, informazioni e analisi.
Arianna, secondo le intenzioni dei suoi fondatori, “vuole promuovere un’informazione corretta sulle tematiche europee, mettere in luce in modo chiaro, fattuale ed efficace, i risultati delle politiche e i valori su cui si fondano, per stimolare un confronto aperto, informato e costruttivo sul futuro dell’Unione, proponendo a chi aderisce un’esperienza di impegno civico e di partecipazione attiva alla riflessione sul progetto europeo”.
Ma vuole anche essere uno strumento di elaborazione e divulgazione di conoscenza, da mettere a disposizione di tutti, nel modo più semplice.
Mobilitando competenze specifiche e la partecipazione attiva di tutti coloro che vogliono condividere la loro sensibilità verso i valori e le questioni europee, per alimentare una discussione pubblica sull’Europa utile e costruttiva, l’obiettivo di Arianna è quello di fare riprendere il filo, e aiutare i cittadini di buona volontà ad uscire dal labirinto delle fake-news che vengono fatte circolare sull’Europa ed il suo funzionamento.
Nell’augurare il più grande successo agli amici di Arianna, consigliamo la lettura dell’articolo dal titolo “Sbarchi, migranti e porti semichiusi – a che serve l’Europa?”. (alessandro butticé\aise)