“A LIETO FINE - HAPPY ENDING”: UN ANNO DI CINEMA ITALIANO A SYDNEY

“A lieto fine - Happy ending”: un anno di cinema italiano a Sydney

SYDNEY\ aise\ - Il 2021 marca il settimo anno consecutivo di proficua collaborazione tra l’Istituto Italiano di Cultura di Sydney e il Casula Powerhouse Arts Centre, hub culturale del Municipio di Liverpool. Una collaborazione che si estrinseca con l’organizzazione di rassegne cinematografiche che hanno come focus la produzione italiana contemporanea.
Quest’anno la rassegna è intitolata “A lieto fine - Happy ending”, con un chiaro riferimento alla scelta di lungometraggi “leggeri”, non particolarmente impegnativi, che facciano da spensierato corollario ad una progressiva ripresa di tutte le attività produttive e ludiche, necessariamente rallentate o confinate in ambienti privati a causa della pandemia COVID, che finalmente sembra stia rallentando il suo impatto sulla vita sociale della popolazione.
Il programma 2021 si è aperto oggi, martedì 2 marzo, con la proiezione di Ex di Fausto Brizzi (2009) e proseguirà sino al mese di novembre con: Matrimoni e altro disastri di Nina Di Majo (2010) il 30 marzo; Sei mai stata sulla Luna? di Paolo Genovese (2015) l’11 maggio; Tempo instabile con probabili schiarite di Marco Pontecorvo (2015) l’1 giugno; La mossa del pinguino di Claudio Amendola (2013) il 3 agosto; Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno (2011) il 14 settembre; Primo incarico di Giorgia Cecere (2011) il 12 ottobre; e The startup di Alessandro D’Alatri (2017) il 9 novembre.
Dall’IIC si dicono “lieti, insieme al management del CPAC e al Muncipio di Liverpool, di poter nuovamente invitare il pubblico in una sala cinematografica, anche se non possiamo esimerci dal raccomandare al pubblico di voler seguire attentamente le indicazioni per la prenotazione e poi per l’afflusso in teatro che verranno diramate e rese pubbliche dal Casula Powerhouse Arts Centre”. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli