A MANHATTAN LA XI EDIZIONE DI ITALIAN MOVIE AWARD - FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA ITALIANO ALL'ESTERO

A MANHATTAN LA XI EDIZIONE DI ITALIAN MOVIE AWARD - FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA ITALIANO ALL

NEW YORK\ aise\ - L’XI edizione dell’Italian Movie Award, Festival Internazionale del Cinema Italiano all’Estero è dedicato al tema "Leonardo da Vinci - Conoscenza & Innovazione".
Il Festival, come ogni anno, è stato presentato il 20 maggio a Cannes presso l'Italian Pavilion in occasione del Festival del Cinema. La rassegna è poi proseguita dal 27 luglio al 4 agosto a Pompei, dove ha visto la presenza di Claudia Gerini, Carlo Buccirosso, Vinicio Marchioni, Ludovica Nasti, Luca Ward, Paolo Conticini, Maurizio Casagrande, Diana Del Bufalo, Giorgio Tirabassi e Sergio Muniz, registrando oltre 10.000 presenze di pubblico e addetti ai lavori.
Come per la passata edizione, che ha superato le 30.000 presenze e sfiorato il milione di ascoltatori sulle reti Mediaset Iris, Extra e Italia, anche quest’anno il festival si chiuderà a New York. Oggi, 19 novembre, alle ore 18.30 locali, presso il Frank A. Bennack Theater del Paley Center for Media di Manhattan, tra la 52nd St e la Fifth Avenue, sono attesi grandi nomi del cinema nazionale e internazionale.
Il momento più importante vedrà l’assegnazione del premio "Roots" all’attore e regista italo-americano John Turturro che verrà anche insignito della prestigiosa Medaglia di Bronzo della Presidenza del Senato della Repubblica Italiana. Sono inoltre attesi tanti ospiti e premiati come: Claudio Bisio, Valentina Lodovini, Massimiliano Gallo, Ludovica Nasti, Enzo Sisti, Francesco Panella, Sally Fischer, Giorgio Cantarini, Francesca Chillemi e, in collegamento dall’Italia, Paola Cortellesi, Giampaolo Letta, Luca Argentero, Paolo Genovese e Chiara Ferragni.
Anche quest’anno ad affiancare il presidente e direttore artistico Carlo Fumo ci sarà Luca Abete, celebre conduttore del festival dal 2009. A New York si assegneranno i premi per le migliori opere del cinema italiano all’estero, nuovo e originale format del festival che sta riscuotendo grande successo tra il pubblico e soprattutto, tra gli addetti ai lavori.
Queste le nomination dell’edizione 2019:
BEST MOVIE 2019: "La paranza dei bambini" di Claudio Giovannesi; "Il traditore" di Marco Bellocchio; "Martin Eden" di Pietro Marcello; "Il sindaco del Rione Sanità" di Mario Martone; "5 è il numero perfetto" di Igor Tuveri.
BEST DOC 2019: "Arrivederci Saigon" di Wilma Labbate; "Selfie" di Agostino Ferrente; "Io, Leonardo" di Jesus Garces Lambert; "Diabolik sono io" di Giancarlo Soldi; "Dafne" di Federico Bondi.
BEST SHORT 2019: "Anna" di Federica D’Ignoti; "Im Baren" di Lilian Sassanelli; "Frontiera" di Alessandro Di Gregorio; "Roba da grandi" di Rolando Ravello; "Goodbye Marilyn" di Maria Di Razza, già vincitrice del premio speciale Intel per il miglior cortometraggio di animazione.
BEST TV SERIES 2019: "L’amica geniale" di Saverio Costanzo; "Suburra" (2° stagione) di Andrea Molaioli e Piero Messina; "Gomorra" (4° stagione) di Francesca Comencini e Claudio Cupellini; "The new pope" di Paolo Sorrentino; "Made in Italy" di Luca Lucini e Ago Panini.
BEST LOCATION 2019 (importante novità di questa edizione): Comune di Matera per "007-No time to die" di Cary Fukunaga; Comune di Firenze per "Six underground" di Michael Bay; Comune di Maiori (SA) per "Tenet" di Christopher Nolan; Comune di Torino per "The king’s man – Le origini" di Matthew Vaughn; Comune di Napoli per "Maria Maddalena" di Garth Davis.
BEST CREW 2019 (in collaborazione con il festival "I Sassi D’Oro" ): Carmine Guarino (Scenografia) per "Il vizio della speranza"; Michele D’Attanasio (Fotografia) per "Capri – Revolution"; Angelo Bonanni (Sonoro) per "Il primo re"; Jacopo Quadri (Montaggio) per "Il sindaco del Rione Sanità"; Daria Calvelli (Costumista) per "Il traditore".
Infine tutti premi speciali: all’attore Massimiliano Gallo il premio "Best Actor" per il film "Il sindaco del Rione Sanità"; all’attrice Paola Cortellesi il premio "Best Actress"; al regista Mario Martone il premio "Best Director"; all’attore e regista italo-americano John Turturro il premio alla carriera "Roots"; alla Medusa Film Spa "Best Distribution" all’AD Giampaolo Letta; il "Comedy Award" all’attore Claudio Bisio per "Bentornato presidente" di Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi; e i premi per la promozione del Made in Italy al programma tv "Little Big Italy" di Francesco Panella, al produttore Enzo Sisti e alla celebre PR newyorkese Sally Fischer. Infine per il successo di ascolti il "People Award" al docu-film "Chiara Ferragni – Unposted" di Elisa Amoruso.
Al termine dell’evento è stata organizzata una cena di raccolta fondi presso la Gnoccheria Wall Street a cura del ristoratore Michele Iuliano in favore della "Ricerca contro il cancro" da parte della Sbarro Health Research Organization di Philadelphia diretta dal ricercatore e oncologo Antonio Giordano. Appuntamento il 19 novembre alle ore 21.30 al 100 Broad St (entrata da Bridge St), New York.
Italian Movie Award, per i temi sociali trattati, riceve da sei anni le prestigiose Medaglie di Bronzo della Presidenza della Repubblica Italiana, della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, oltre ai prestigiosi patrocini della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, del Ministero Degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, della Regione Campania, dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. L’evento di New York vede anche la partnership con il festival della Nazioni Unite (U.N.A.O.C.) Plural+. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi